Amministrative a Limbadi: Rosalba Sesto sfida Pantaleone Mercuri

Ecco i candidati al consiglio comunale. Gli organi elettivi dell’ente sono attualmente commissariati per infiltrazioni mafiose e alta è l'attenzione da parte della Prefettura e degli inquirenti
Ecco i candidati al consiglio comunale. Gli organi elettivi dell’ente sono attualmente commissariati per infiltrazioni mafiose e alta è l'attenzione da parte della Prefettura e degli inquirenti
Informazione pubblicitaria

Sono state presentate le due liste che si sfideranno per la guida politica del Municipio i cui organi elettivi sono attualmente commissariati per infiltrazioni mafiose. La lista “Limbadi Libera Democratica” candida a sindaco Rosalba Sesto, consigliere di minoranza uscente, mentre la lista “Risorgi Limbadi” candida a primo cittadino Pantaleone Mercuri.

Per “Limbadi Libera Democratica” i candidati al consiglio comunale sono: Michele Monteleone (cl. ‘81); Pantaleone Giacco (cl. ‘65); Domenico Barbalace (cl. ‘52); Amedeo Calello (cl. ‘45); Giacinto Carrieri (cl. ‘45); Maria Mercuri (cl. ‘80); Domenica Marasco (cl. ‘92); Antonino Zungri (cl. ‘84); Antonino Taverniti (cl. ‘87); Matteo Barvalace (cl. ‘95); Maria Grazia Blasi (cl. ‘74); Annamaria Lazzaro (cl. ‘92).

I candidati al consiglio comunale per la lista “Risorgi Limbadi” sono: Antonio Russo (cl. ‘45); Rosaria Saladino (cl. ‘46); Giuseppe Tripaldi (cl. ‘53); Alfonso Limardo (cl. ‘65); Nicola Nicolino (cl. ‘77); Vincenzo Lentini (cl. ‘80); Simona Romano (cl. ‘82); Giuseppe Manco (cl. ‘88); Alessandra Limardo (cl. ‘90); Giuseppe Tripaldi (cl. ‘92); Alessandra Vallone (cl. ‘94); Matteo Gurzì (cl. ‘94).

Naturalmente sul Comune di Limbadi c’è massima attenzione da parte sia della Prefettura di Vibo Valentia che degli inquirenti ed alla luce proprio delle candidature odierne di certo verrà riletta l’ultima relazione della Commissione di accesso agli atti (quella che ha portato allo scioglimento per infiltrazioni mafiose) che ben aveva evidenziato legami, parentele e vicinanza da parte di alcuni amministratori al potente clan Mancuso e non solo. E le “sorprese” potrebbero non mancare…

LEGGI ANCHE: Comune di Limbadi: il Tar conferma lo scioglimento per infiltrazioni mafiose

Comune di Limbadi: ecco i motivi della proroga alla gestione straordinaria