Comunali a Spilinga, Marasco: «Se eletto rinuncio all’indennità»

L’impegno del capolista di “Spilinga unita”: «I fondi recuperati (27mila euro annui compresi quelli della Giunta) saranno destinati alla manutenzione delle strade»
L’impegno del capolista di “Spilinga unita”: «I fondi recuperati (27mila euro annui compresi quelli della Giunta) saranno destinati alla manutenzione delle strade»
Informazione pubblicitaria
Il Comune di Spilinga
Enzo Marasco

«Non è una promessa elettorale, ma un serio impegno preso con i cittadini: in caso di vittoria rinuncerà all’indennità di sindaco con i fondi da percepire destinati alle emergenze del paese». Enzo Marasco, candidato sindaco alle elezioni amministrative del comune di Spilinga, «ha deciso già anzitempo che quei soldi che spetterebbero al sindaco in carica saranno utilizzati per la cura delle strade, in alcuni casi a colabrodo, della pulizia del paese e delle piccole emergenze, anche sociali, che potrebbero verificarsi durante l’attività amministrativa». Lo si rende noto in un comunicato.

Una decisione già manifestata da tempo ma che lo stesso vuole ufficializzare fin d’ora. Arriva così dal proprio gruppo un plauso e un’indicazione precisa su quali saranno le finalità della futura amministrazione in caso di vittoria: «Un gesto a favore della comunità, dimostrando che la politica non è interesse personale, ma voglia di impegnarsi per il proprio territorio. Una scelta coraggiosa che si sposa alla perfezione con quelli che sono stati gli intenti inziali nella costruzione della lista dello stesso Marasco: dedicare il proprio tempo, essendo anche in pensione, al paese natio, dimostrando ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che la sua volontà di scendere in campo nasce esclusivamente dall’attaccamento verso il bene comune», dicono in coro i candidati al Consiglio comunale. [Continua]

«Una decisone sì nata, comunque, già durante la stesura del programma elettorale – come spiega lo stesso candidato a sindaco Marasco – nel momento in cui studiando gli obiettivi da realizzare, per rendere realistiche le azioni che si intendono portare avanti, ci si metteva di fronte anche alla realtà quotidiane, ai bisogni della cittadinanza e, quindi tenendo conto di tante circostanze, tra le quali la difficile situazione socio economica che il paese sta vivendo, in una fase di crisi e di difficoltà socio-economiche in cui versano tutti gli enti pubblici».

Un importo «non di poco conto, tenendo in considerazione che come spirito di gruppo e decisione unanime dei candidati nella lista “Spilinga Unita”, guidata appunto da Enzo Marasco, seguendo l’esempio, all’unisono anche le indennità di vice sindaco e assessore saranno devolute, altresì, alla manutenzione delle strade e delle emergenze di qualsiasi tipo. Infatti, secondo le tabelle ministeriali le indennità lorde di sindaco, vice sindaco e assessore per i comuni fino a tremila abitanti ammontano ad un totale di 2.266,00 al mese, con un importo totale, quindi di 27.192,00 euro all’anno».

«Un fondo notevole questo – sottolinea in chiusura il candidato sindaco Enzo Marasco – che sarà costituito all’interno del bilancio annuale, pronto quindi all’occorrenza, senza in alcuni casi di urgenza attendere contributi regionale e nazionali, che avranno una programmazione, naturalmente di più lunga gestazione, conoscendo i tempi della burocrazia, ma che con una visione progettuale chiara e lungimirante, avranno una consistenza notevole per la sistemazione in particolare delle strade rurali».