Mileto-Dinami: a breve la riapertura da San Giovanni allo svincolo autostradale

A darne l’annuncio il consigliere provinciale Francesco Schimmenti. L’arteria è stata inserita dalla Provincia tra quelle principali da ammodernare

A darne l’annuncio il consigliere provinciale Francesco Schimmenti. L’arteria è stata inserita dalla Provincia tra quelle principali da ammodernare

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Anche il tratto della Mileto-Dinami che dalla frazione San Giovanni porta allo svincolo dell’autostrada del mediterraneo è stato inserito dalla Provincia di Vibo Valentia tra le priorità da affrontare nell’ambito del progetto di miglioramento della rete viaria. 

Informazione pubblicitaria

Ad annunciarlo è il consigliere provinciale, nonché vicesindaco di Mileto, Francesco Schimmenti, il quale sottolinea come “grazie ad un intervento di circa 2 milioni di euro che andrà ad interessare i punti più critici e strutturalmente più fragili, la situazione drammatica in cui versa la rete viaria provinciale sarà presto ridimensionata. La situazione di stallo e la mancanza di risorse – afferma –  ha causato con il tempo la forzata chiusura di alcuni punti nevralgici di strada provinciale e il conseguente isolamento di intere comunità. Con tale progetto e con l’attuazione dei previsti interventi si darà finalmente avvio in modo serio e improcrastinabile ad un’inversione di tendenza. Per quanto mi riguarda, non posso far altro che esprimere viva soddisfazione per l’inserimento, in questo contesto, del tratto provinciale Mileto-Dinami che dalla cittadina normanna porta all’omonimo svincolo autostradale. 

Tutto ciò – aggiunge – porterà alla riapertura al traffico veicolare, seppur a regime e velocità ridotta, del frangente interessato e permetterà di far uscire dal parziale isolamento un’intera comunità e, soprattutto, consentirà di dare il giusto valore ad uno snodo autostradale faraonico che, di fatto, ad oggi porta al nulla”. Schimmenti, rivolge poi un ringraziamento all’ingegnere della Provincia Antonio Francolino che con lui “ha più volte visionato e percorso il tratto in questione al fine di accertare la reale fattibilità dell’operazione”. Intervento sul posto che, successivamente, “si è tradotto in impegno fattivo volto alla risoluzione del problema. Tutto ciò non deve indurre a facili entusiasmi – sottolinea il consigliere miletese – ma anzi c’è bisogno di tenere alta la guardia e di continuare a lavorare alacremente al fine di migliorare arterie di vitale importanza per lo sviluppo socio-economico dell’intero territorio provinciale. Da parte mia sento il dovere di ringraziare il presidente Andrea Niglia ed i colleghi consiglieri che nell’occasione sono andati oltre i colori politici, lavorando uniti nel cercare di individuare le vere esigenze e le priorità di intervento. Un plauso va anche all’ufficio tecnico provinciale che, in maniera instancabile ed in condizioni non sempre favorevoli, si è speso con le proprie professionalità e competenze per giungere a tale risultato”.