Crisi al Comune di Vibo, Tedesco replica a Luciano: «Io da sempre vicino al centrodestra»

Il consigliere comunale, invitato dal presidente del Consiglio dimissionario ad abbandonare il gruppo “Vibo unica”, risponde: «È lui ad essersi allontanato dal progetto civico»

Il consigliere comunale, invitato dal presidente del Consiglio dimissionario ad abbandonare il gruppo “Vibo unica”, risponde: «È lui ad essersi allontanato dal progetto civico»

Informazione pubblicitaria
Francescantonio Tedesco
Informazione pubblicitaria

«Appare necessario fare delle considerazioni, alla luce di quanto scritto pubblicamente da Stefano Luciano. Sono diversi i fattori principali che riguardano questa mia replica: faccio parte di un gruppo politico dal ‘92, pertanto non posso identificarmi in un gruppo che appartiene all’area di centrosinistra. L’ho sempre sostenuto e sempre sosterrò questo mio ideale di centrodestra». 

Informazione pubblicitaria

A parlare, attraverso un comunicato stampa, è il consigliere comunale di maggioranza a Vibo Valentia Francescantonio Tedesco, oggetto nei giorni scorsi di una dura reprimenda da parte del presidente del Consiglio Stefano Luciano il quale, annunciando le proprie dimissioni dall’incarico, lo ha invitato, alla luce dell’appoggio elettorale assicurato nelle ultime elezioni politiche al candidato di Forza Italia Giuseppe Mangialavori, ad abbandonare il gruppo consiliare “Vibo Unica”. 

«Vista la determinazione con la quale mi ha “invitato ad abbandonare il gruppo Vibo Unica” – aggiunge Tedesco -, occorre sottolineare un allontanamento, da parte sua e non mia, da un progetto civico utile ad amministrare al meglio la nostra città, alla quale sono particolarmente legato. Così come mi sento legato, sia per quanto riguarda l’amicizia che per l’aspetto politico, al senatore Giuseppe Mangialavori. Mi sento parte integrante di un progetto nato 25 anni fa, che vede come precursore il compianto padre. Inoltre vengo tacciato di incoerenza, ma è proprio l’ex presidente del consiglio ad aver dimostrato di essere contraddittorio scegliendo di appoggiare il centrosinistra alle elezioni politiche appena passate, dimenticandosi di coprire un ruolo istituzionale rigorosamente super partes. Dal canto mio, non posso seguire una linea di sinistra se appartengo al centrodestra, ed inoltre ho sempre giocato a carte scoperte ribadendo la mia appartenenza in numerose occasioni pubbliche e non. Da qui il mio appoggio, passato, presente e futuro, a Giuseppe Mangialavori, con il quale non nego ci sia stato un periodo di incomprensione, subito rientrato perché abbiamo scelto la via più semplice, ovvero quella del confronto, del dialogo, del chiarimento. Il nostro rapporto si è anche rafforzato, perché una cosa è certa fra ogni individuo libero: ciò che eravamo e ciò che siamo è più importante di ciò che diventeremo». 

Infine l’analisi del voto, che, per Tedesco, «appare poco realistica in quanto il senatore Mangialavori e la coalizione da lui guidata, al contrario dalle affermazioni fatte, ha avuto un risultato notevole e importante, superando di gran lunga molti collegi regionali e nazionali. Dunque un traguardo piuttosto soddisfacente, checché se ne dica».

LEGGI ANCHE:

Terremoto post-voto al Comune di Vibo, Luciano e i suoi assessori lasciano (VIDEO)