martedì,Luglio 27 2021

Sanità, Anastasi: «Mancano Oss? Attingere da graduatoria di Vibo che è ferma»

La proposta del consigliere regionale al fine di sopperire alla mancanza di operatori che si registra in tutta la Calabria e al contempo dare risposte a chi da anni è in attesa di un posto di lavoro

Sanità, Anastasi: «Mancano Oss? Attingere da graduatoria di Vibo che è ferma»
Foto d'archivio

«Necessità di razionalizzare le scelte e semplificare le procedure assunzionali per far sì che la sanità esca dal guado e moltissimi lavoratori possano iniziare un percorso lavorativo serio. Con questo spirito di costruttività il consigliere regionale Marcello Anastasi si era rivolto al commissario alla sanità Guido Longo evidenziando l’opportunità di attingere alla corposa graduatoria dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia per il reclutamento del personale Oss». Lo riferisce in un comunicato lo stesso consigliere Anastasi.

«Moltissimi fra questi operatori – afferma Anastasi – sono da tempo in attesa di un’assunzione. Altri sono stati costretti ad accettare offerte fuori regione. Questo quando in Calabria si registra ovunque la necessità di coprire posti Oss. È necessario operare con concretezza e lucidità perché l’attuazione del diritto alla salute passa attraverso la messa a regime anche del personale Oss, facendo sì che con opportune azioni si dia corso anche a forme di mobilità che facciano cessare la necessità di dover migrare fuori regione per svolgere un lavoro per il quale in Calabria necessiterebbero centinaia di assunzioni. Attingere pertanto alla graduatoria dell’Asp di Vibo, da troppo tempo ferma in una stasi inaccettabile, appare un’opportunità e, al contempo, una necessità per dare una risposta razionale e concreta a chi da anni attende una assunzione.
Le varie Asp della Calabria – conclude il consigliere regionale – potrebbero, attingendo alla graduatoria vibonese, risolvere nel brevissimo termine le loro necessità assunzionali assicurando ai lavoratori Oss calabresi un futuro nella loro stessa regione».

top