Carattere

Duro attacco del primo cittadino ai vertici Asp: "Pretendiamo di conoscere subito la tempistica"

L'ospedale di Serra San Bruno
Sanita'

I lavori ritardano e la rabbia cresce. Il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, incalza l’Azienda sanitaria per gli «inaccettabili ritardi» che si stanno accumulando sulla ristrutturazione e l’ampliamento del reparto di Lungodegenza, lavori che sono propedeutici all’apertura del reparto di Riabilitazione dell’ospedale “San Bruno”.

Il primo cittadino, ricordando «il preciso impegno preso dai vertici dell’Asp di Vibo Valentia in merito alle procedure d’appalto ribadito anche in occasione di incontri appositamente convocati», sottolinea che «a distanza di mesi dall’approvazione dei progetti, le procedure non sono state avviate. A dispetto delle rassicurazioni - rileva Tassone - ciò che abbiamo potuto notare sono solo inaccettabili ritardi che creano disagi e sfiducia nella popolazione del comprensorio. È pertanto indispensabile che l’Asp passi con solerzia dalle parole ai fatti, perché la comunità ha bisogno di risposte concrete ed immediate, specie in un settore particolarmente delicato quale quello sanitario, che riveste un’importanza vitale per un territorio già afflitto da un grave ritardo di sviluppo». Il richiamo è diretto al commissario Angela Caligiuri che «ben conosce la situazione dell’ospedale di Serra». «Non staremo più ad attendere - avverte Tassone - ma pretendiamo di conoscere subito la tempistica. In caso di temporeggiamento o di silenzio, non esiteremo a promuovere una grande mobilitazione chiamando a raccolta tutti i cittadini che vogliono vedere rispettato il loro sacrosanto diritto alla tutela della salute».

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook