martedì,Agosto 9 2022

Tropea, sopralluogo in ospedale del consigliere Mammoliti e del commissario Asp Giuliano

Niente condizionatori per i degenti in reparto, carenza di personale, affollamenti in spazi stretti: sono queste le criticità riscontrate. Presenti anche il dirigente Pd Rizzo e il sindaco Macrì

Tropea, sopralluogo in ospedale del consigliere Mammoliti e del commissario Asp Giuliano
Il sopralluogo in ospedale a Tropea

Nella giornata di ieri si è svolto un sopralluogo nell’ospedale di Tropea da parte del consigliere regionale del Partito democratico Raffaele Mammoliti e del segretario del circolo Pd di Ricadi Mario Rizzo. Alla visita, all’interno dei reparti, hanno preso parte anche il commissario dell’Asp di Vibo Valentia Giuseppe Giuliano, il direttore sanitario Matteo Galletta, il sindaco di Tropea Giovanni Macrì e il dottore Giuseppe Rodolico. Lo riporta una nota del consigliere Mammoliti, che scrive: «È importante sottolineare e non sottovalutare quanto l’ospedale di Tropea rappresenti un presidio fondamentale e strategico per l’intera rete ospedaliera provinciale, soprattutto in vista dell’aumento della popolazione che avviene in estate, e che dunque, registrate le carenze di personale medico, necessita di interventi e investimenti immediati». [Continua in basso]

Mammoliti spiega che nell’occasione ha sollecitato «gli interventi previsti, come puntualmente confermato nella risposta di Occhiuto alla mia interrogazione a risposta scritta, sulla situazione della sanità nella provincia di Vibo Valentia. Per il presidio di Tropea sono previsti: adeguamento antincendio (€ 395.000), acquisizione di apparecchiature Tac per oltre € 533.000, adeguamento sismico e antincendio annualità 2023/2026 per € 7.330.920.000».

«Durante l’ispezione – si legge ancora nella nota – si sono potute constatare le condizioni dei ricoverati, purtroppo sprovvisti di climatizzazione, nonostante le temperature elevate di queste settimane. Prima della visita in ospedale, è stato effettuato un incontro veloce presso i locali dell’ex distretto, durante cui è stata riscontrata la carenza di personale infermieristico e amministrativo, oltre ad un affollamento inappropriato di cittadini-utenti in spazi ristretti e in locali inidonei, sia per gli operatori che per i cittadini che si recano presso la struttura quotidianamente, per usufruire dei servizi sanitari e amministrativi che con grande abnegazione gli operatori sanitari garantiscono. A breve sarà elaborato un documento sulle diverse iniziative intraprese e soprattutto sulle criticità riscontrate, che nonostante gli sforzi del commissario Giuliano, ancora restano numerose. Inoltre, è stata ribadita la disponibilità da parte del commissario Giuliano ad un confronto di merito sulla predisposizione del nuovo atto aziendale. Solo attraverso un’azione di proficua collaborazione interistituzionale – conclude la nota di Mammoliti – si potranno effettuare i necessari investimenti previsti per garantire i livelli essenziali di assistenza dell’intero territorio provinciale.

Articoli correlati

top