Ospedale di Vibo, anestesisti in prestito dall’Asp di Catanzaro

Firmato un protocollo d’intesa che autorizza tre medici del nosocomio di Lamezia Terme ad effettuare prestazioni fuori dall’orario di servizio
Firmato un protocollo d’intesa che autorizza tre medici del nosocomio di Lamezia Terme ad effettuare prestazioni fuori dall’orario di servizio
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Anestesisti in arrivo all’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia in “prestito” dall’ospedale di Lamezia Terme. Lo ha deciso l’Azienda sanitaria di Catanzaro dopo la richiesta avanzata dal management dell’Asp vibonese per sopperire alla cronica carenza di specialisti, attraverso un apposito protocollo d’intesa. Nella delibera dei commissari che guidano l’Asp catanzarese dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose, si autorizzano tre medici a svolgere prestazioni fuori dall’orario di servizio e per un monte ore complessivo pari a 28 ore mensili per unità lavorativa. Il tutto al costo di 372 euro lorde per ogni turno settimanale, più i rimborsi per le spese di viaggio. Il protocollo diverrà operativo dal primo novembre e avrà una durata di sei mesi. Un modo per tamponare l’emergenza venutasi a creare nel nosocomio cittadino e in attese che il decreto firmato dal commissario Cotticelli sulle assunzioni venga attuato e vengano dunque autorizzati i sette posti per dirigente medico anestesista previsti dal fabbisogno sulla base di una precedente ricognizione.    

Informazione pubblicitaria