Un tunnel igienizzante per lo Jazzolino, Kalabria Trekking lancia la raccolta fondi

La struttura, denominata “Sanitary gate”, consente di sanificare merci e strumentazione oltre che ad igienizzare il personale sanitario in ingresso e in uscita
La struttura, denominata “Sanitary gate”, consente di sanificare merci e strumentazione oltre che ad igienizzare il personale sanitario in ingresso e in uscita
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nell’attuale situazione di emergenza da pandemia, l’Associazione Kalabria Trekking promuove una raccolta fondi finalizzata all’acquisto di un “Sanitary Gate”, un tunnel igienizzante per il personale sanitario e la sanificazione di merci e strumentazione, con struttura allungabile in alluminio e copertura in materiale plastico, da installare presso l’ospedale civile “G. Jazzolino” di Vibo Valentia. L’idea è sostenuta anche dal Commissario straordinario dell’Asp, che come si legge nella nota prot. 14544, “è lieto di autorizzare la lodevole iniziativa”. [Continua]

Informazione pubblicitaria

«Il nostro obiettivo – spiega il presidente dell’associazione Lorenzo Boseggia – è quello di raggiungere la cifra di 14.000 euro, ma da soli non possiamo farcela. Siamo in 115 soci e tutti crediamo fermamente in questo progetto, ma contiamo molto sull’aiuto dei tanti simpatizzanti e di quanti conoscono l’impegno e la passione per il nostro territorio, che oggi, necessariamente si deve concretizzare volgendo l’attenzione dove c’è più bisogno. Il nostro appello è rivolto anche alle associazioni e aziende che intendono concretizzare il loro sostegno materiale in questo difficile momento».

Sarà possibile donare fino al 20 aprile attraverso un bonifico al seguente Iban: IT35Q0306967684510749153996 – Intestazione: Associazione Kalabria Trekking, Causale “donazione emergenza Covid 19”. In caso di non raggiungimento della cifra, precisa l’associazione, quanto raccolto verrà utilizzato integralmente per l’acquisto di dispositivi di protezione individuali per il personale sanitario dell’ospedale.