domenica,Giugno 20 2021

Graduatoria Oss “bloccata”, l’Asp di Vibo replica: «Nessun ritardo dai nostri uffici»

Il direttore delle Risorse umane, Bruno Calvetta, chiarisce come lo scorrimento sia già in atto e dà notizia della «tempestiva trasmissione all’Asp di Cosenza»

Graduatoria Oss “bloccata”, l’Asp di Vibo replica: «Nessun ritardo dai nostri uffici»

In relazione all’articolo “Vibo, mancano gli Oss ma la graduatoria resta bloccata”, dal direttore Struttura complessa Gestione e sviluppo Risorse umane e formazione dell’Asp di Vibo Valentia, avvocato Bruno Calvetta, riceviamo e integralmente pubblichiamo:

Facendo seguito alla notizia apparsa in data 07.10.2020 sul vostro quotidiano online corre doverosamente l’obbligo di fornire opportune precisazioni – nell’esercizio del diritto di replica ex L. 150/20 – come direttore della Struttura risorse umane che mi pregio di dirigere e nominativamente citato nell’articolo medesimo.

A seguito dell’autorizzazione definitiva dell’organo di vertice aziendale, pervenuta in data 28 settembre u.s., questo Ufficio ha con immediatezza provveduto all’ulteriore assegnazione della pratica per la relativa esecuzione, unitamente e compatibilmente a tutte le lavorazioni e procedimenti inerenti l’attività interna a supporto e sostegno del buon andamento dell’azienda
. [Continua]

Ad ogni buon fine si precisa che il lasso di tempo intercorso dal ricevimento dell’istanza fino alla relativa autorizzazione non ha risentito di ritardo alcuno essendo in atto, nella contestualità dell’istanza, lo scorrimento della graduatoria medesima, nell’interesse di questa azienda, per il completamento delle proprie necessità assunzionali, che risultano inevitabilmente gravate da anni di assunzioni limitate e di grave carenza di personale; basti pensare che solo nell’ultimo triennio, a seguito dei diversi Dca autorizzativi intervenuti, sono state effettuate centinaia di nuove assunzioni e contestualmente, la registrazione di numerose cessazioni e di diverse mobilità passive.

Ancorché appare, pertanto, fortemente motivata l’esigenza primaria di rivolgere l’attenzione principale dell’azione amministrativa aziendale verso la necessità di copertura delle carenze organiche a tutt’oggi sussistenti, anche tra le qualifiche di comparto e, prioritariamente, alle esigenze rappresentate dai primari, non risulta a questo Ufficio alcun ritardo nelle proprie azioni.

Si rappresenta, infine che, trattandosi nella fattispecie di diritti di lavoratori, anche di altre province, l’Ufficio personale rimane disponibile sempre per un proficuo confronto con gli estensori della nota ai quali porgo, unitamente all’augurio di un buon esito per la futura attività lavorativa, istituzionali saluti.

Ulteriormente si specifica che la trasmissione all’Asp di Cosenza della graduatoria Oss di che trattasi è stata, compatibilmente con i tempi di esecuzione della procedura, già tempestivamente completata.

Il presente riscontro appare dovuto e necessario innanzitutto a tutela del lavoro quotidiano del personale di questo Ufficio che altresì, durante le misure di lockdown, ha proseguito senza sosta le relative attività anche nei giorni festivi”.

Vibo, mancano gli Oss ma la graduatoria resta bloccata

top