giovedì,Luglio 29 2021

Dimissioni del vescovo Renzo, la lettera ai fedeli della diocesi di monsignor Oliva

L’amministratore apostolico esprime parole di stima nei confronti di monsignor Renzo, dimessosi per problemi di salute: «Grazie per aver amato e servito la Chiesa»

Dimissioni del vescovo Renzo, la lettera ai fedeli della diocesi di monsignor Oliva
La cattedrale di Mileto

Il vescovo di Locri-Gerace Francesco Oliva

«In seguito alle dimissioni di S.E. mons. Luigi Renzo ho ricevuto dal santo Padre l’incarico di Amministratore Apostolico sede vacante di questa bella diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea. Esprimo al Santo Padre la mia gratitudine per la fiducia accordatami e rinnovo la piena adesione al suo ministero di padre e pastore della Chiesa universale». Inizia così la lettera inviata «ai fedeli ed a tutto il popolo santo di Dio della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea» dal vescovo di Locri-Gerace monsignor Francesco Oliva, chiamato nelle scorse ore da Papa Francesco a gestire protempore l’episcopato miletese dopo le dimissioni per motivi di salute inoltrate dal vescovo Luigi Renzo. La notizia della rinuncia da parte del presule di Campana è stata data ieri in anteprima da Il Vibonese. Qualche ora dopo è arrivato l’annuncio ufficiale da parte della Santa Sede sul bollettino della Sala stampa vaticana. «Il mio primo saluto – prosegue nella sua lettera monsignor Oliva – va a S.E. Mons. Luigi Renzo, che per tanti anni ha amato e servito questa Chiesa. La sua fedeltà, dedizione e zelo apostolico uniti alla carità pastorale sono per tutti motivo di profonda gratitudine. Grazie, mons. Luigi. Questa comunità diocesana continua ad aver bisogno della tua preghiera e del tuo affetto. Vengo tra voi come fratello ed amico per un servizio di carità e di ascolto, nella missione che il Papa mi ha affidato. Conto sulla collaborazione di tutti, fedeli laici, sacerdoti, religiosi e religiose, e soprattutto sulla preghiera che ci unisce a Dio e ci aiuta a guardare con fiducia oltre ogni possibile ostacolo». L’accorata missiva del nuovo amministratore apostolico della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea si conclude sottolineando di essere mosso «unicamente dal desiderio di esservi vicino e di condividere con voi quel tratto di strada che il Signore vorrà, consapevole di poter presentare le comuni fatiche e speranze all’altare del Signore, che ci vuole bene e ci sostiene con la sua paterna benevolenza. Il Signore illumini, benedica ed accompagni il cammino della nostra vita».

LEGGI ANCHE: Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea: il vescovo ha dato le dimissioni

top