lunedì,Maggio 16 2022

Fine anno più dolce allo Jazzolino, panificio di Cessaniti dona panettoni all’ospedale

Il dono dell'azienda di Bruno Brizzi a chi trascorrerà la festività in attesa al Pronto soccorso o ricoverato nei reparti

Fine anno più dolce allo Jazzolino, panificio di Cessaniti dona panettoni all’ospedale

Regalare un sorriso e rendere le feste più dolci per chi dovrà trascorrerle in ospedale. È con questo obiettivo che un panificio di Cessaniti ha donato una trentina di panettoni artigianali allo Jazzolino di Vibo Valentia. Bruno Brizzi, titolare dell’omonimo panificio, ha provveduto nella giornata di ieri a consegnare i suoi doni alla direzione sanitaria. «Spero tanto che possano allietare chi questa notte la trascorrerà magari ad attendere in Pronto soccorso o ricoverato nei reparti», dice. [Continua in basso]

«Mi piacerebbe coinvolgere anche i miei colleghi in queste iniziative – spiega Brizzi -, anche al di là del periodo di festa. Ogni giorno ad esempio si producono tantissime brioche e non tutte vengono vendute. Perché non potarle in ospedale?». Fare beneficienza, però, spiega, spesso non è neanche facile e si rischia di perdersi persino nelle maglie di carte e burocrazia. «Per questo – aggiunge – ci tengo a ringraziare i vertici dell’ospedale, che mi hanno permesso di fare la mia donazione. E in particolare il responsabile dell’area ospedaliera Russo, il direttore medico del presidio ospedaliero Miceli, il commissario Bernardi e il dottore Talesa».

Quella odierna non è  comunque un’iniziativa nuova per Brizzi, che già in passato ha donato panettoni, uova di Pasqua e altri prodotti del suo forno in ospedale e ad altre realtà che si occupano delle persone più fragili o in difficoltà. E per questo Capodanno i suoi panettoni arriveranno anche sulle tavole di alcune famiglie più bisognose del circondario: mentre parla con noi, infatti, è intento a preparare le confezioni da distribuire entro stasera. «Chi ha davvero bisogno non chiede nulla, dico sempre. E in questo periodo particolare, di festa, è bene avere un’attenzione verso tutti».

Articoli correlati

top