martedì,Giugno 28 2022

Nasce a Polia uno sportello di ascolto per garantire supporto psico-pedagogico ai più fragili

L’iniziativa frutto del protocollo d’intesa tra il Comune e l’associazione Cda Calabria odv – rete regionale centri di ascolto antiviolenza e fragilità

Nasce a Polia uno sportello di ascolto per garantire supporto psico-pedagogico ai più fragili
L'apertura dello sportello di ascolto a Polia

Firmato il protocollo d’intesa tra il Comune di Polia e l’associazione Cda Calabria odv – rete regionale centri di ascolto antiviolenza e fragilità.

Il protocollo

«Il protocollo creerà progetti specifici dedicati a ragazzi, coppie, genitori ed anziani – dichiara il sindaco Luca Alessandro– si costituisce come un’opportunità, che abbiamo promosso per la cittadinanza che può ricevere accoglienza e supporto socio-psico-pedagogico in situazioni non connotate come patologiche, compatibili con le varie esperienze di vita, soprattutto in un momento di costante incertezza e ridotte opportunità relazionali».

Le esigenze della comunità

In tale contesto «gli assessori Rossella Criniti, delega alla protezione civile, scuola, edilizia scolastica, gestione rifiuti e bonifica, tutela delle acque, tutela delle montagne, foreste, decoro e arredo urbano –Alessia Buccinnà, delega alla cultura, volontariato e  associazionismo, pari opportunità e politiche giovanili-Concetta Alessandro, delega ai diritti dei bambini, risorse educative, politiche dell’infanzia – rimarca il primo cittadino – hanno individuato attraverso le diverse azioni messe in campo, talune situazioni di latente pandemia esistenziale, di dispersione scolastica, di  integrazione, che ci hanno convinti a cercare soluzioni e ad prevedere un fattivo supporto alla nostra gente. Questa emergenza sanitaria ha enfatizzato i vuoti e creato nuovi bisogni».

Nascerà lo sportello di ascolto rosa

Nascerà dunque uno sportello di ascolto rosa. Il servizio assumerà le caratteristiche di uno spazio libero di riflessione e di ascolto, in cui ciascuna persona potrà chiedere un confronto circa i propri interrogativi, esprimere le proprie fragilità e i propri disagi. «Lo sportello sarà volto – prosegue la presidente del Cda Calabria Odv Graziella Catozza – a sostenere la persona nella definizione del momento di difficoltà e nella ricerca di strategie efficaci per la sua gestione, realizzando, all’occorrenza, interventi di orientamento e accompagnamento in situazioni di disagio, così da mettere in luce e potenziare le risorse della persona e del suo contesto sociale e/o familiare».

Chi potrà beneficiarne

Gli incontri verranno svolti in un luogo che possa garantire la massima riservatezza all’utenza, uno spazio dedicato. I destinatari sono tutti i cittadini del comune di Polia. L’accesso, gratuito, è consentito anche ai minori, previo consenso di entrambi i genitori. Lo sportello di ascolto sarà attivo al venerdì, ogni due settimane, in modo alternato una volta alla mattina e una volta al pomeriggio per dare modo a più persone di trovare uno spazio compatibile con i propri impegni. Si può fissare un appuntamento con le psicologhe, le mediatrici, l’assistente sociale scrivendo puntoverdeascoltoodv@gmail.com o attraverso il sito o presso il Comune.

Articoli correlati

top