mercoledì,Maggio 18 2022

Limbadi, “Libera” incontra gli studenti della scuola media

Il viaggio intrapreso dall’associazione con le ragazze e i ragazzi dell’istituto “Corrado Alvaro” nell’ambito del progetto “Leggere contro le mafie” in occasione dell’anniversario della morte di Peppino Impastato

Limbadi, “Libera” incontra gli studenti della scuola media
Alessandra Limardo, Martina Russo e Giuseppe Borrello

Continua il viaggio intrapreso da “Libera” di Vibo Valentia con le ragazze ed i ragazzi della scuola media di Limbadi “Corrado Alvaro” nell’ambito del progetto “Leggere contro le mafie”, con la collaborazione dell’associazione “San Benedetto Abate” e del Comune di Limbadi. In occasione del 44esimo anniversario della morte di Peppino Impastato, avvenuta il 9/5/1978, gli studenti hanno ascoltato Martina Russo, dottoressa in scienze criminologiche per l’investigazione e la sicurezza laureatasi con una tesi di laurea sul percorso “Liberi di scegliere” e Giuseppe Borrello, referente provinciale di Libera Vibo Valentia. [Continua in basso]

«Grazie alle parole di Martina – spiegano i referenti provinciali – sono riusciti a meglio comprendere la portata di un progetto che rende la Calabria modello di lotta alla ‘Ndrangheta per l’intero paese, e l’importanza, come ha più volte ribadito, di un intervento pedagogico e culturale, e non solamente di stampo punitivo». L’occasione è stata anche proficua per ricordare la vicenda del giornalista e conduttore radiofonico, e della madre Felicia: «Abbiamo ricordato la storia di Peppino Impastato e il coraggio, la tenacia e l’amore di sua madre, Felicia. Quell’amore di madre che, come ci ha ricordato Giuseppe, spinge, oggi, molte donne, provenienti da contesti mafiosi, a rivendicare un futuro diverso».

“Libera” ha poi ringraziato l’assessore Alessandra Limardo del Comune di Limbadi: «Le siamo riconoscenti per la sua presenza e per le parole colme di speranza e di voglia di impegno». L’associazione ha poi concluso evidenziando: «Insieme abbiamo realizzato il nostro albero dei valori».

Articoli correlati

top