giovedì,Settembre 29 2022

Festa della Madonna a Vibo Marina, il sindaco Limardo: «Pronti a fare la nostra parte»

Il primo cittadino risponde al vescovo Nostro: «Unendo le forze riusciremo a dare ai cittadini ciò che chiedono e ciò che meritano»

Festa della Madonna a Vibo Marina, il sindaco Limardo: «Pronti a fare la nostra parte»
Una foto della processione dell'effige della Madonna a Vibo Marina

“Non posso e non voglio rimanere insensibile all’appello del nostro vescovo, Attilio Nostro. Sappiamo bene quanto sia sentita a Vibo Marina la festa in onore della Madonna di Pompei, ed è per questo che intendo – anche pubblicamente – manifestare a monsignor Nostro la massima apertura e disponibilità della mia amministrazione ad ogni necessità o esigenza affinché si possa celebrare nel migliore dei modi la ricorrenza religiosa più sentita dalla comunità dei fedeli di Vibo Marina”. Con queste parole il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo risponde all’appello della diocesi, che tramite il vescovo si è rivolta ai cittadini, ai fedeli, alle associazioni cattoliche affinché contribuiscano alla realizzazione della manifestazione di culto. [Continua in basso]

“La festa per la Madonna di Pompei – rimarca il sindaco – è un momento estremamente sentito da tutta la cittadinanza, che ha già sofferto per la mancata realizzazione nei due anni precedenti a causa del Covid. Ho già avuto modo di confrontarmi proprio oggi col vescovo, al quale ho riferito che l’amministrazione comunale è pronta a mettere in campo, per quanto di competenza, le proprie risorse. Amare la nostra città significa spendersi in ogni modo possibile, ed il Comune di Vibo non si tira certo indietro”.

Nel corso del colloquio, il sindaco ha anche espresso un pensiero affettuoso nei confronti del parroco di Vibo Marina, don Saverio Di Bella: “La Chiesa è un punto di riferimento imprescindibile per ogni società, e per noi amministratori è un interlocutore indispensabile e prezioso. Sono certa – ha concluso il primo cittadino – che unendo le forze riusciremo a dare ai cittadini ciò che chiedono e ciò che meritano”.

Articoli correlati

top