mercoledì,Novembre 30 2022

Inclusione sociale per i minori: un nuovo progetto a San Gregorio d’Ippona

L'incontro tra assistenti sociali, educatori e responsabili della rete territoriale Preventing per realizzare un programma di integrazione

Inclusione sociale per i minori: un nuovo progetto a San Gregorio d’Ippona
Bambini che giocano, foto da pixabay (jatocreate)

Un nuovo progetto di inclusione in favore dei minori in condizione di vulnerabilità. Questo il tema di un incontro organizzato a San Gregorio d’Ippona per intercettare il fabbisogno espresso dalla scuola di San Gregorio e la disponibilità del terzo Settore presente sul territorio. Alla riunione, finalizzata alla stipulazione delle linee guida del programma, hanno partecipato: Giancarlo Cutuli (educatore dell’ambito socio assistenziale di Vibo Valentia), Cetta Petea (educatrice della Rete Territoriale di Vibo Valentia), Massimo Barbieri (incaricato per i Servizi sociali) e Giuseppe Cosmano (responsabile della Rete territoriale Preventing). [Continua in basso]

Cetta Petea, Giuseppe Cosmano, Massimo Barbieri, Giancarlo Cutuli

Il progetto è coordinato da Giancarlo Cutuli e Cetta Petea, in seno al “Preventing mi informo li proteggo” (attivo già da diverso tempo sul territorio). Un’équipe multidisciplinare darà il proprio supporto: Domenica Loiacono (assistente sociale), Caterina Barbieri (psicologa), Vincenzo Caserta (legale) e diversi mediatori linguistico interculturali. Gli attori sociali del Terzo Settore sono «coordinati e uniti ancora una volta al servizio delle fasce più esposte alle sfide della nuova comunità locale. Quest’ultima è sempre più segnata da abilità diverse e ricche di nuovi spunti culturali, molte volte causa di criticità, soprattutto in un territorio come quello di San Gregorio d’Ippona».

top