lunedì,Luglio 22 2024

Mileto, consensi per la prima edizione dell’evento “Portiamo Arte Festival” – Foto

La due giorni di arte, musica e divertimento ha dato vita a una sorta di laboratorio all’aperto che ha permesso di ridare luce e colore al centro storico

Mileto, consensi per la prima edizione dell’evento “Portiamo Arte Festival” – Foto
Foto Luca Dimasi

Successo per la prima edizione miletese di “Portiamo Arte Festival”. La rassegna culturale è stata promossa dell’associazione “Civitas Mileto” presieduta da Salvatore Pedullà, con il patrocinio dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano. L’idea di dar vita alla due giorni di arte, musica e divertimento nella cittadina normanna è stata del giovane pittore locale, Fortunato Pedullà.  E il risultato finale è stato di tutto rispetto. In campo, nell’occasione, sono scesi numerosi artisti provenienti da tutta la Calabria, i quali con le loro creazioni hanno contribuito a ridare nuova luce al centro storico, abbellendo portoni, porte e garage di edifici abbandonati. Tanta la gente giunta a Mileto per assistere all’evento e per ammirare le opere lasciate in eredità al territorio dai vari autori. «Portiamo Arte Festival – spiega Pedullà con soddisfazione – è il frutto di una serie di esperienze personali fatte all’estero. Il tema è quello che più seguo dal punto di vista artistico, quello dell’emigrazione e dello spopolamento dei piccoli centri. Nasce da qui, questa sorta di atto d’amore verso la nostra terra, spinti dal desiderio di riscatto di tanti giovani, costretti a lasciare il proprio paese alla ricerca di fortuna, e dalla volontà di fare squadra per qualcosa di bello.

La due giorni – aggiunge – ha rappresentato un Festival di street art a tutti gli effetti, con musica, Dj, corpi di ballo e tant’altro. Tra gli obiettivi, quelli di far ritornare la gente a Mileto, di contribuire alla riqualificazione di case abbandonate e di far conoscere, non solo le opere dei valenti artisti che hanno dato numerosi la loro disponibilità e che ringrazio di tutto cuore, ma anche l’enorme patrimonio storico, artistico ed ecclesiastico presente sul territorio. Il nostro intento – conclude l’ideatore dell’evento – è di proseguire e di coinvolgere nelle prossime edizioni anche le relative frazioni di Paravati, San Giovanni e Comparni. La speranza è che anche altri paesi della provincia di Vibo Valentia abbraccino, in futuro, questo progetto».

Durante la due giorni hanno realizzato le loro creazioni,su “tele” d’eccezione, gli artisti: Massimiliano Giordano, Pamela Caligiuri, Vincenzo Lavia, Maria Villirillo, Alessandro Ferragina, Salvatore Giordano, Giuseppe Mirijello, Kety Grillo, Gabriele Garoffolo, Agostino Caracciolo, Maria Neve Vallone, Marika Brogna, Irene Lucia Borgese e lo stesso Fortunato Pedullà. Altri se ne aggiungeranno nel corso delle prossime settimane e del periodo estivo. Ad arricchire la rassegna ci hanno pensato anche i tradizionali Giganti, il Dj Rinaldo Occhiato, il cantautore e strumentista Antonio Cocciolo, il duo composto da Davide Malfarà e Giuseppe Coniglio, il corpo di ballo della palestra “Mangone training center”.

LEGGI ANCHE: Anche Potenzoni alla rassegna “Maestri infioratori” in scena a Cervaro nel Lazio

Parco archeologico di Vibo, il soprintendente agli studenti: «Spendetevi per renderlo fruibile»

Musica e scuola incontrano il territorio: convenzione tra il Comune di Spilinga e il Conservatorio di Vibo

top