sabato,Maggio 25 2024

Ricadi, si spera nel decreto “Milleproroghe” per riavere l’autonomia scolastica soppressa

Il comparto dei genitori degli studenti confida che venga rivista la scelta fatta in relazione al ridimensionamento scolastico nel Vibonese

Ricadi, si spera nel decreto “Milleproroghe” per riavere l’autonomia scolastica soppressa
Serafino Paparatto

In relazione al ridimensionamento scolastico nel Vibonese, che ha reso emblematico il caso dell’Istituto comprensivo di Ricadi, scende in campo il comparto dei genitori degli studenti che, confidando in chi di competenza nel «rivedere la scelta fatta», prende le difese del presidio scolastico e del territorio intero. Ad intervenire è Serafino Paparattopresidente del Consiglio d’Istituto scolastico di Ricadi: «Come componente genitori del Consiglio d’istituto – ha dichiarato -, fin da subito abbiamo avvertito la preoccupazione della fredda legge dei numeri dettata dalle norme da cui scaturiva il nuovo Piano di dimensionamento scolastico provinciale. E la stessa preoccupazione avevano avvertito le famiglie degli oltre 500 alunni ricadenti nell’Istituto comprensivo di Ricadi. Nessun territorio in generale – ha sottolineato -, merita di essere svuotato dei servizi, e in particolare di quelli legati al mondo della scuola. Ancor di più questo non può avvenite per un territorio come quello di Ricadi, per quel che rappresenta, per le sue caratteristiche demografiche, economiche e sociali e dove proprio l’Istituto comprensivo nel tempo è diventato un’eccellenza oltreché essere un punto di riferimento per le famiglie e un presidio di servizi di qualità». Facendo poi riferimento alla delibera n. 7 del 13 settembre 2023, Paparatto rimarca che era stato «prioritariamente deliberato il mantenimento dello status quo dell’Istituto comprensivo di Ricadi. Ora – ha sottolineato -, nasce l’opportunità di poter recuperare il danno subito attraverso le deroghe concesse dal cosiddetto decreto “Milleproroghe” del governo centrale. E il caso vuole che, proprio in questi giorni, la rivista nazionale di settore “TuttoScuola” abbia messo in evidenza il caso anomalo del mega Istituto scolastico venuto fuori dalla soppressione del nostro Istituto, con tutte le difficoltà e i disagi che da questo possono scaturire. Da qui – ha concluso -, l’invito a chi di competenza a rivedere la scelta fatta e ridare a Ricadi l’autonomia scolastica che era stata frettolosamente soppressa».

LEGGI ANCHE: Il Consiglio comunale di Ricadi propone lo sdoppiamento dell’istituto comprensivo di Tropea

Dimensionamento scolastico nel Vibonese: Mobrici chiede un Consiglio straordinario a Ricadi

Dimensionamento scolastico, aumentate le autonomie: ecco quante nel Vibonese

Dimensionamento scolastico in Calabria: il caso limite del nuovo Istituto Comprensivo di Tropea

top