sabato,Maggio 8 2021

Ragazzi down discriminati, a Filadelfia il presidente del Comitato paraolimpico

Antonello Scagliola, delegato regionale del Cip, ha voluto incontrare i giovani inseriti in un progetto di inclusione insieme al sindaco De Nisi e al presidente della Provincia Solano

Ragazzi down discriminati, a Filadelfia il presidente del Comitato paraolimpico
L'iniziativa al Comune di Filadelfia

Facendo seguito alle tante iniziative che da ogni angolo d’Italia si stanno susseguendo per portare vicinanza ed affetto ai ragazzi down del Club dei Ragazzi Filadelfia, presi di mira da alcuni atteggiamenti retrogradi e incivili, ieri, venerdì 3 gennaio, nella sala consiliare del Comune di Filadelfia, si è svolto un momento di solidarietà molto sentito e gradito ai ragazzi.

Convocati dal presidente regionale del Comitato paraolimpico italiano, Antonello Scagliola, alla presenza della delegata provinciale Elisabetta Carioti, del presidente della Provincia Salvatore Solano, del sindaco Maurizio De Nisi, del residente dell’Aipd sezione di Vibo Valentia Pino Bagnato, del presidente del consiglio comunale Masino Diaco, del vicesindaco Antonio Carchedi e dell’assessore Bruno Caruso, presidente dell’Associazione Diapason-Gemelli che ha promosso il progetto Club dei Ragazzi Filadelfia – percorsi di autonomia, coordinato da Francesco Conidi e Concetta Rondinelli, responsabili del progetto, tutti i ragazzi del club si sono ritrovati per ricevere il messaggio di solidarietà da parte delle istituzioni presenti e dei gadget del Cip.

Nelle parole di chi ha preso parte alla iniziativa, a partire dal sindaco Maurizio De Nisi, la grande capacità inclusiva della comunità che, attraverso alcune azioni concrete, come i progetti lavorativi per i ragazzi avviati dal Comune, hanno dato e daranno serie possibilità di inclusione nel tessuto sociale e civile in maniera indeterminata ai ragazzi.

Il presidente della Provincia Solano ha ribadito la vicinanza dell’istituzione, stigmatizzando le azioni insensate e credendo in un progetto comune per essere concretamente vicini ai ragazzi.

Infine, il presidente regionale del Cip ha proposto alcuni progetti che potrebbero essere portati avanti con le scuole e le associazioni e un incontro simbolico di calcio a 5 con tutti i ragazzi.

Il delegato allo Sport e presidente del Consiglio Diaco, ha fatto sua la proposta e ha rilanciato la collaborazione con le scuole.

top