Il sorriso nascosto dei “supereroi”: 2500 mascherine in dono ai bambini vibonesi

Parte da Ionadi l’iniziativa coordinata dal Servizio centrale e gestita dalla cooperativa Cooperazione Sud per l’Europa in collaborazione con l’assessorato alle Politiche sociali di Vibo
Parte da Ionadi l’iniziativa coordinata dal Servizio centrale e gestita dalla cooperativa Cooperazione Sud per l’Europa in collaborazione con l’assessorato alle Politiche sociali di Vibo
Informazione pubblicitaria

Un segno di solidarietà e amore per i più piccoli, quello promosso dal Progetto Siproimi per minori stranieri non accompagnati denominato “Il sole che splende” che ha avviato un laboratorio di sartoria per la realizzazione di 2500 copri viso da donare ai bambini del territorio.

Il progetto, coordinato dal Servizio centrale (Anci – ministero dell’Interno), è gestito dalla cooperativa sociale Cooperazione Sud per l’Europa con sede operativa a Ionadi e nasce per iniziativa dell’assessorato delle Politiche sociali di Vibo Valentia guidato da Franca Falduto. Le mascherine saranno donate ad alcune associazioni del territorio. Per quanto riguarda il Comune di Ionadi saranno donate alla Pro loco, all’Associazione di volontariato Libera Mente e all’Istituto per la famiglia, mentre nel Comune di Vibo Valentia alla ProCiv Augustus Vibo Valentia Onlus in continuità con la collaborazione avviata per l’emergenza Covid 19. [Continua]

«Sappiamo bene – afferma l’assessore Franca Falduto – che il coronavirus ha irrotto nelle nostre vite sconvolgendo la quotidianità di tutti noi, compresi i bambini, anche questi ultimi hanno dovuto fare una serie di rinunce quali la scuola, il gioco e le relazioni con i compagni. Vuole essere questo un semplice gesto di vicinanza alla categoria più fragile e indifesa che il coronavirus ha colpito, dando un tocco di poesia e gioco immaginando che dietro ad ogni maschera sia nascosto un sorriso».

Il presidente Giuseppe Cosmano ha aggiunto «Grazie alla loro capacità di fantasticare e di inventare personaggi eroici, siamo sicuri però siano riusciti a vivere in maniera sorprendente questo periodo, immergendosi in un mondo surreale e trasformandosi in supereroi capaci di sconfiggere il nemico. Per rendere questo momento di ripresa della normalità più facile ai nostri “supereroi” abbiamo pensato di contribuire realizzando degli accessori non solo funzionali ma anche graditi ai loro occhi e che soprattutto possano rappresentare un momento di gioco».