Canzone per la Madonna delle Grazie consegnata al vescovo

Composta dal carabiniere Nicolino Lico per ricordare la moglie Brunella Polimeni deceduta nel 2015 dopo una lunga malattia
Composta dal carabiniere Nicolino Lico per ricordare la moglie Brunella Polimeni deceduta nel 2015 dopo una lunga malattia
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

“Regina del Cielo”. È questo il titolo della canzone scritta di proprio pugno dal 57enne appassionato di musica Nicolino Lico,appuntato dei carabinieri oggi in pensione. Una composizione dedicata alla Madonna delle Grazie, di cui una copia è stata consegnata venerdì in anteprima al vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea monsignor Luigi Renzo, nel corso di un incontro svoltosi nel suo appartamento privato.
La canzone, molto apprezzata dal presule e destinata ad essere cantata durante le sacre funzioni, rappresenta l’ennesimo gesto d’amore del marito verso la moglie Brunella Polimeni, morta dopo una lunga malattia nel 2015 e devotissima proprio della Madonna delle Grazie di Pizzoni, suo paese natio. Un amore eterno e all’antica, il loro, più forte della lacerante dipartita terrena, che Nicolino e le figlie Jessica e Francesca continuano a coltivare con gesti che si ripetono e che commuovono.
Ogni anno, ad esempio, nel mese di ottobre amano ricordare l’anniversario della sua morte con un mega manifesto pubblicitario con l’immagine e una toccante dedica a Brunella affisso sulla Statale 18, all’entrata di Mileto. La vicenda, all’epoca, colpì tutti per la dignità e la compostezza con cui l’intero nucleo familiare riuscì ad affrontare i tristi momenti della malattia, ma anche per la profonda fede cristiana espressa in quei frangenti dalla 43enne moglie e madre di due figlie in tenera età.

Alla realizzazione di “Regina del cielo” – registrata nell’“Unreal Studios” di Stefanaconi – hanno collaborato Pasquale Riso, Francesca Formica, Rocco Vardaro e Giulia Ciccone (arrangiamenti), Ernesto Camillò e il coro “Exultemus” della basilica cattedrale di Mileto. Il ricavato delle vendite del Cd, per espresso desiderio della famiglia, andrà in beneficenza all’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc). Nel paese natio della donna, a Pizzoni, saranno invece devoluti al locale comitato “Madonna delle Grazie”. Non c’è dubbio, grazie a questi bei gesti Brunella continua a rimanere più viva che mai.    

Informazione pubblicitaria