2 novembre, ecco le disposizioni per l’accesso ai sette cimiteri di Vibo

Riunito questa mattina il Centro operativo comunale per definire il piano straordinario. Sospese a partire da oggi tumulazioni ed estumulazioni. Obbligo di mascherina e distanziamento, permanenza massima di un’ora
Riunito questa mattina il Centro operativo comunale per definire il piano straordinario. Sospese a partire da oggi tumulazioni ed estumulazioni. Obbligo di mascherina e distanziamento, permanenza massima di un’ora
Informazione pubblicitaria

Vista la situazione determinata dall’emergenza Covid e dalla recente ordinanza adottata dalla presidenza della Giunta regionale, il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo ha convocato per questa mattina il Centro operativo Comunale (Coc). Erano presenti il segretario generale ad interim dirigente della Protezione civile comunale, Domenico Scuglia, i responsabili comunali delle aree vigilanza (comandante Tramontana), tecnica (Colaci e Romeo) ,  e demografica (Teti) e il funzionario della protezione civile Marino.

Il Coc, si apprende da un comunicato, «ha riflettuto sulle festività dell’1 e 2 novembre e sono state adottate le seguenti decisioni: nei giorni 28-29-30-31 ottobre 2020, 1, 2, 3 e 4 novembre 2020, l’accesso ai cimiteri comunali sia organizzato secondo le seguenti modalità: orario ingresso continuato dalle ore 8 alle ore 17 con prudenziale entrata dei visitatori e con permanenza per il tempo strettamente necessario (massima di un’ora) , ciò stante che essendo un’area aperta sarà sufficiente che i cittadini  applichino le tre misure cardine per la prevenzione a cui ormai da mesi sono abbondantemente informati: distanza di almeno 1 metro, mascherina parafiato  regolarmente indossata, lavaggio/disinfezione frequente delle mani. L’accesso e l’uscita esclusivamente pedonali avverranno: dall’ingresso  principale. Il dirigente del settore competente, disciplinerà con ordine di servizio il personale per l’apertura e chiusura dei cancelli, oltre che di informazione nel caso di necessità, per tutto il periodo di apertura giornaliera in maniera continuativa; la Polizia Municipale, avvalendosi delle associazioni di volontariato che con la stessa collaborano, vigilerà e controllerà la corretta applicazione da parte dei fruitori delle raccomandazioni sanitarie per il contenimento del Covid19 ed attueranno all’interno dei cimiteri  l’azione di vigilanza per il rispetto del distanziamento; il Servizio di manutenzione provvederà a predisporre  un percorso transennato con segnaletica orizzontale che indichi l’accesso e l’uscita dei visitatori; il Comando di Polizia municipale assicurerà in prossimità dei cancelli adeguato servizio esterno atto ad evitare assembramenti tra i visitatori in entrata e in uscita; il dirigente di settore provvederà a: sanificare i servizi igienici ogni giorno; garantire agli ingressi/cancelli la disponibilità di gel disinfettante per le mani e mascherine di cui munire i cittadini che, per disguidi e/o accadimenti occasionali, dovessero esserne sforniti oltre alla misurazione della temperatura con termoscanner ad ogni visitatore».

I cittadini, dal canto loro, «dovranno entrare con la mascherina regolarmente indossata, dopo aver sanificato le mani con il gel posto all’ingresso e potranno permanere all’interno del cimitero al massimo per un periodo di un’ora; in prossimità delle fontanelle dovranno mantenere la distanza sociale di almeno un metro oltre che indossare le mascherine; a partire da giorno 28.10.2020 sono sospese tutte le attività di tumulazione, estumulazione, esumazione ed inumazione; manutenzione delle cappelle, loculi etc. A tal fine, le imprese, in caso di lavori in itinere, dovranno chiudere temporaneamente il cantiere ed assumere tutte le cautele necessarie per tutelare la pubblica incolumità; le messe in memoria dei defunti il giorno 2 novembre, sentite le autorità religiose, sono celebrate nelle relative parrocchie. Inoltre sono state attivate le associazioni di Protezione civile per coadiuvare il personale comunale al fine di assicurare l’osservanza delle prescrizioni nei 7 cimiteri cittadini».