«Ha il diabete? Torni nel 2022». La rabbia di un pensionato di Bivona -Video

Il Cup ha fissato il controllo per mercoledì 16 marzo del 2022. Per la sua patologia non ci sono altre date utili. Appello al neo commissario dell’Asp vibonese: «Non ho tutto questo tempo»
Il Cup ha fissato il controllo per mercoledì 16 marzo del 2022. Per la sua patologia non ci sono altre date utili. Appello al neo commissario dell’Asp vibonese: «Non ho tutto questo tempo»
Informazione pubblicitaria
Antonino Addesi pensionato

La sanità lumaca a Vibo Valentia dove anche per una visita diabetologica bisogna attendere quasi un anno  e mezzo. Troppo tempo per una malattia cronica che se non curata bene può avere  conseguenze su vari organi come occhi, reni, cuore e cervello. «Non posso aspettare così tanto» racconta Antonino Addesi, pensionato di 75 anni  di Bivona.  Qualche giorno fa si è presentato in una farmacia adibita al servizio Cup. Ogni sei mesi si sottopone a visita per rinnovare il piano terapeutico. Una trafila che va avanti dal 2000, da quando cioè ha scoperto dei avere il diabete.

Questa volta però, le cose non sono andate come sempre. «Prima data utile sul portale del Centro Unico di Prenotazione, è mercoledì 16 marzo del 2022 al poliambulatorio di Mileto però. A Vibo Valentia se ne parla addirittura nel 2024».

Prima di rivolgersi al privato e di sborsare di tasca 80 euro, l’uomo invia un appello al neo commissario dell’Asp vibonese Maria Bernardi: «Noi anziani e malati non abbiamo tempo da perdere – dice  – bisogna abbattere le lunghe liste d’attesa che mettono a repentaglio la salute dei più deboli, soprattutto di quelli che non possono permettersi di andare a visita a pagamento. La salute – conclude – è un diritto di tuti. O no?»