Vibonese-Viterbese, la quinta vittoria interna firmata da Nevio Orlandi – Video

Il trainer rossoblù bravo a gestire attraverso i cambi, di uomini e modulo, i minuti finali del match. Mosse e strategie che hanno chiuso ogni possibile varco ai laziali

Il trainer rossoblù bravo a gestire attraverso i cambi, di uomini e modulo, i minuti finali del match. Mosse e strategie che hanno chiuso ogni possibile varco ai laziali

Informazione pubblicitaria
Nevio Orlandi

Al triplice fischio di chiusura dell’ottimo Di Ganci di Como, tutti in piedi, al “Luigi Razza”, per applaudire i protagonisti di Vibonese-Viterbese. Applausi per i rossoblù di Nevio Orlandi, che portano a casa la sesta vittoria in campionato (la quinta tra le mura amiche), consolidandosi nelle zone alte della classifica; applausi d’incoraggiamento anche per la Viterbese, per la sua generosa prestazione, invito a non mollare, visto lo spessore della sua rosa. Infine applausi anche alla terna arbitrale brava a portare a termine una gara senza sbavature. Vibonese-Viterbese non è stata una partita bella da spellarsi le mani. Vista l’alta posta in palio – soprattutto per la squadra ospite, giunta al Razza con l’intento di portare via i tre punti per iniziare a risalire una classifica che appare ingiusta, visto il potenziale tecnico di cui dispone – si è assistito sin dall’inizio ad una partita condizionata dal tatticismo. La prima frazione, giocata a ritmi bassi, è andata via con una sola emozione da registrare, quel colpo di testa, da posizione ottimale del difensore ex Bari, Rinaldi, finito poco alto sopra la traversa, con una Vibonese ben disposta in campo a controllare un avversario che faceva non poca fatica ad arrivare ai sedici metri. Ripresa decisamente più apprezzabile, con i padroni di casa che alzavano ritmo e baricentro e cominciando a  costruire prima e a finalizzare poi, con il solito Taurino, quella che diventerà la quinta vittoria stagionale casalinga. Dopo il vantaggio, è salito in cattedra Nevio Orlandi, bravo a gestire, attraverso i cambi, di uomini e modulo, i minuti finali del match. Mosse e strategie che hanno chiuso ogni possibile varco ai laziali di mister Sottili che nel frattempo mandava in campo tutto il potenziale offensivo a sua disposizione e quando nell’unica occasione creata nella seconda frazione di gioco, l’attaccante Pacilli si presentava solo davanti a Mengoni, il numero uno rossoblù salvava la sua porta e con essa la preziosa vittoria. Un successo che consente a Obodo e soci, quando la tredicesima giornata va in archivio, di occupare il quinto posto in classifica a pari merito con i cugini giallorossi del Catanzaro. «Nessun volo pindarico –  ha sostenuto in sala stampa Nevio Orlandi – noi siamo la Vibonese, il nostro obiettivo primario resta la permanenza tra i professionisti. Ci sono squadre molto più attrezzate di noi che alla lunga usciranno fuori». Dopo due giorni di meritato riposo, da domani si inizia a lavorare per preparare al meglio il match contro gli azzurrostellati della Paganese in programma domenica (ore 16.30) al Marcello Torre di Pagani.

LEGGI ANCHEPronto riscatto della Vibonese che vince contro la Viterbese – Video