Superlega, Vibo a caccia di punti sul campo dell’eterna rivale Sora

La decima giornata del massimo campionato di pallavolo propone la sfida tra due formazioni separate da un solo punto in classifica. Capitan Zhukouski: «Serve una prova gagliarda»   

La decima giornata del massimo campionato di pallavolo propone la sfida tra due formazioni separate da un solo punto in classifica. Capitan Zhukouski: «Serve una prova gagliarda»   

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Decima giornata di Superlega alle porte per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, attesa dalla trasferta di Veroli contro la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Si gioca domani, domenica 2 dicembre alle 18, con la formazione vibonese reduce dal “ko” di domenica scorsa contro Modena al PalaCalafiore di Reggio Calabria. Tanta concentrazione e spirito di gruppo negli allenamenti in vista del match di domani, sfida ricca di molteplici significati con tanti precedenti tra le due società e con sfide epiche (come non ricordare la finale di Coppa Italia di Serie A2 del 2016 e la finale play-off promozione in SuperLega dello stesso anno). Ma come ha anche evidenziato il centrale di Vibo Stefano Mengozzi venerdì in conferenza stampa, «l’attenzione della squadra è tutta rivolta al match di domenica senza pensare troppo ai precedenti». La compagine di coach Valentini vuole cancellare da subito l’opaca prestazione contro Modena e per farlo è consapevole che dovrà esprimere un livello di gioco alto. A dettare la linea è il capitano, il palleggiatore croato Tsimafei Zhukouski che ha sottolineato: «Ci attende una partita importante perché si tratta di uno scontro diretto e perché giocheremo sul campo di una squadra che tradizionalmente è sempre stata molto ostica per la Tonno Callipo. Giocheremo contro una formazione che, come noi, andrà a caccia di punti importanti per la classifica e per il morale. Dovremo disputare una partita gagliarda, mettendoci determinazione ed esprimendo la nostra migliore pallavolo».

Informazione pubblicitaria

Qui Sora. Formazione giovane e dinamica quella a disposizione di coach Barbiero con tanti elementi che hanno voglia di dire la loro in questa Superlega così competitiva ed imprevedibile. Sora in questo momento è a quota 8 punti in classifica (uno in meno della Tonno Callipo) e proviene da due risultati diametralmente opposti nelle ultime due giornate. Se due settimane fa è arrivato l’exploit in trasferta su un campo difficile come quello del Vero Volley Monza (i laziali si sono imposti con la vittoria piena da tre punti), nell’ultimo turno la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è caduta in casa al Pala Coccia di Veroli contro Ravenna. Sora è una squadra che gioca bene a pallavolo e con ottime individualità nella rosa a disposizione di coach Barbiero. Su tutte, bomber Petkovic, opposto serbo miglior marcatore della regular season della scorsa stagione. Il resto della formazione vede la presenza del nuovo palleggiatore, il polacco Kedzierski proveniente dal Resovia. Al centro ecco due ex atleti del Club Italia classe 1997: oltre al riconfermato Caneschi ecco Di Martino. In posto 4 insieme all’altro riconfermato, il danese Nielsen, è arrivato il talento e la sagacia del brasiliano Ferreira (ex Molfetta), mentre nel ruolo di libero c’è l’ex Potenza Picena e Tuscania, Bonami. Sono 18 i precedenti tra le due società in quattro stagioni (due di Serie A2 e due di SuperLega). Il bilancio è a favore dei padroni di casa che hanno vinto 12 delle sfide giocate a fronte dei 6 successi conquistati dalla Tonno Callipo. Non ci sono ex nelle due compagini. A dirigere il match ecco una coppia di fischietti espertissima composta da Luca Sobrero e Gianni Bartolini