Carattere

Soddisfazione è stata espressa dal presidente dell’Atletica San Costantino Raffaele Mancuso che è riuscito nell’intento di coinvolgere nell’evento diversi sodalizi 

Sport

La massiccia partecipazione alla manifestazione podistica “Vibo corre per memoria e legalità”, promossa dalla Questura di Vibo con il patrocinio del Comune e la collaborazione dall’Atletica San Costantino Calabro e dall’Atletica Vibo Valentia, ha richiesto l’allestimento di una complessa macchina organizzativa che è tuttavia riuscita nell’intento di garantire ai partecipanti la possibilità di correre in totale sicurezza, presidiando ogni angolo del percorso e consentendo agli atleti di portare a termine la gara in tutta tranquillità. Risultato, questo, del lavoro sinergico tra le varie associazioni presenti, a cominciare da quelle citate e rispettivamente guidate da Raffaele Mancuso e Franco Bentivoglio. Quindi la presenza della Polizia municipale, del Centro italiano di protezione civile sezione provinciale di Vibo Valentia, guidato da Francesco di Leo, e del gruppo Enova di San Costantino calabro guidato da Mario Galati, ha consentito lo svolgimento della manifestazione in totale sicurezza. Nulla è stato lasciato al caso anche grazie alla presenza dei ciclisti dell’associazione Fiab Bicinsieme San Costantino Calabro i quali, con grande spirito sportivo, hanno fornito assistenza per tutta la gara i podisti garantendo loro una sicurezza in più. «Una pagina sportiva per Vibo Valentia degna di nota - riferisce Raffaele Mancuso, tra i promotori dell’evento -, un successo che fa ben sperare per il futuro e che mette in evidenza la stretta e fattiva e preziosa collaborazione delle due associazioni del territorio come l’Atletica Vibo Valentia e l’Atletica San Costantino Calabro che con sano entusiasmo sono riuscite nell’intento di dimostrare che lo sport unisce a prescindere dai colori di appartenenza».

 

Seguici su Facebook