Carattere

La realtà associativa rappresentata dal presidente Raffaele Mancuso non ha mancato l’appuntamento di Verona che ha sancito l’ingresso di una calabrese nel consiglio direttivo

Il consiglio direttivo nazionale della Fiab
Sport

Durante l'assemblea nazionale della Federazione italiana ambiente e bici (Fiab), tenutasi nei giorni 13 e 14 aprile, al Palazzo della Gran Guardia di Verona, si sono svolte le elezioni per il rinnovo del consiglio direttivo nazionale. Per la prima volta entra a far parte del Consiglio una calabrese, Noemi Carbone, che con i suoi 26 anni risulta essere la più giovane componente dell'esecutivo. «Accogliamo con grande soddisfazione la notizia che va a premiare il lavoro svolto in questi anni da Fiab Cosenza ciclabile» afferma Raffaele Mancuso, presente all’assemblea nazionale in qualità di presidente della Fiab San Costantino Bicinsieme Paesaggi in movimento che «con grande unità di intenti collabora con senso costruttivo allo sviluppo della mobilità sostenibile e al cicloturismo in Calabria unitamente a Fiab Cosenza ciclabile guidata da Marcello Carbone. Tale risultato spinge ad intensificare gli sforzi per diffondere la cultura della bici come mezzo di trasporto, al fine, anche, di migliorare la qualità della vita nelle nostre città e promuovere, nel contempo, il cicloturismo come volano di sviluppo sostenibile della nostra regione. Una regione la Calabria - aggiunge Mancuso - che ha molto da offrire al cicloturismo mondiale e con le proprie bellezze paesaggistiche è sempre più metà di numerosi cicloviaggiatori. Un risultato importante che premia l’impegno delle uniche due realtà Fiab calabresi come espressamente detto dal nuovo presidente Alessandro Tursi: «Il Sud Italia per la ciclabilità è il nostro Far West, la nostra frontiera. Chi di noi lavora in quelle regioni è un pioniere. È la sfida più dura, ma anche quella con la più grande possibilità di crescita».

Seguici su Facebook