martedì,Novembre 30 2021

Superlega: Tonno Callipo sconfitta in casa dalla Lube Civitanova

Nishida abbandona il campo per un infortunio. La squadra vibonese non riesce a tenere testa alla formazione avversaria

Superlega: Tonno Callipo sconfitta in casa dalla Lube Civitanova

Tonno Callipo sconfitta nella settima giornata di Superlega e squadra costretta a cedere contro una Lube Civitanova praticamente inarrestabile. Ancor di più da inizio secondo set, quando Nishida ricadendo dopo un attacco ha avvertito dolore al polpaccio sinistro dovendo così abbandonare il campo. Al suo posto Bisi, ma la formazione vibonese ha continuato a soffrire di fronte alla qualità della squadra dell’ex Blengini, abile a gestire anche qualche piccolo momento di calo di tensione nel secondo parziale, frenando subito il tentativo della squadra calabrese di riemergere. All’inizio Baldovin ripresenta la squadra vista contro Ravenna, quindi spazio a Gargiulo al centro e Basic in banda, ma i risultati non sono quelli sperati. Al di là della rete infatti, Civitanova conferma di essere una delle big del volley nazionale e non solo, con De Cecco abile regista per i suoi. Vibo ci mette tanta buona volontà, ma il diverso spessore tecnico non riesce a tenere testa alla Lube, se con in qualche frangente del secondo set. Nel terzo set il tecnico giallorosso prova anche a variare qualcosa nel sestetto: Basic entra in posto -2 per Bisi ma la Lube continua a martellare mantenendo sempre un cospicuo vantaggio. Il prosieguo del set è in chiave ospite nonostante Douglas cerchi di tenere a galla la barca giallorossa risultando alla fine il migliore dei suoi con 13 punti.
Ad attendere la formazione calabrese c’è il turno infrasettimanale di mercoledì prossimo quando Saitta e compagni dovranno prontamente riscattarsi sul campo di Verona Volley riprendendo a fare punti come accaduto contro Ravenna una settimana fa. [Continua in basso]

Primo set
Parte a spron battuto la Lube: 2-6 con Basic che tenta il salvataggio di piede e Baldovin è costretto a chiamare il primo time out. Subito un ace di Simon e la Callipo non trova le contromisure ad una Lube concreta e precisa. Gradualmente i giallorossi sembrano rientrare in partita con Flavio, primo tempo e muro sul compagno di Nazionale Lucarelli, che dà una prima scossa ai compagni. Vibo però fatica sia al servizio – saranno 5 gli errori a fine set – e sia in ricezione con il solo 38% di positiva contro il 69% della Lube. A metà set i marchigiani conducono 12-16 ma Vibo si rianima trovando buone trame in attacco (15-17) con Douglas, un ace di Flavio e Nishida (4 punti per lui). E’ però un’illusione perché un ace di Lucarelli conferma le problematiche in seconda linea di Vibo e Baldovin chiama il secondo time out (15-18). Entra anche Nicotra in qualche turno di battuta. Dopo la sospensione tecnica la Lube mantiene sempre un discreto margine con Anzani (4 punti al pari di Simon) e Gabi chiudono il set 17-25. Alla fine evidente anche il divario in attacco: solo il 33% di Vibo contro il 48% ospite.

Secondo set
Cambia Basic per Borges coach Baldovin ma l’insidia per Vibo, oltre alla già riconosciuta forza di Civitanova è in agguato, ed è una vera e propria tegola per la Callipo. Ad inizio set dopo un attacco out, Nishida ricadendo a terra avverte un fastidio al polpaccio ed è costretto ad uscire e la sua partita finisce qui. Al suo posto entra Bisi. La squadra giallorossa nonostante le difficoltà riesce a tenere botta ai titolati avversari, andando anche in vantaggio di un paio di punti in particolare quando Bisi mura Gabi (11-9). La gara diventa piacevole soprattutto con la Callipo che in questa fase gioca alla pari (15-15). Da qui in poi però risale in cattedra la Lube che sbaglia nulla e Baldovin cerca di inventarsi altre soluzioni, con Douglas in posto-2 e Bisi in banda. Civitanova però non spreca molto e inibisce il tentativo della Callipo di allungare la contesa. I marchigiani soprattutto con Gabi ed il solito Simon chiudono il set per 19-25.

Terzo set

Poca storia nel terzo gioco che sembra ricalcare l’andamento del primo, con la Lube che si porta avanti 2-6 e anche stavolta Badovin cerca di riorganizzare le idee col primo time out. Al rientro in campo un altro punto per parte ed il tecnico di Vibo opta per schierare Basic in posto-2 per Bisi. Civitanova però non conosce soste e continua a martellare senza soluzione di continuità, così il distacco di Vibo si fa sempre più vistoso (4-12, 6-17) con il solo Douglas riesce a trovare varchi nella difesa ospite e che risulterà il migliore dei suoi con i 13 punti realizzati. In campo si vede anche Candellaro oltre a Borges che riprende a far punti, ma la Lube attende soltanto di chiudere il match, anch’essa con vari cambi quali Yant, l’ex Diamantini e Marchisio. Alla fine grande sportività del pubblico vibonese che applaude entrambe le squadre, in particolare la Tonno Callipo con i giocatori che da metà campo ricambiano con un saluto tutto il calore ed il sostegno mostrati durante tutta la gara.

Valerio Baldovin (allenatore): “Ci aspettavamo una gara difficile ma allo stesso tempo dovevamo essere più aggressivi e ‘tignosi’ senza farli scappare via così facilmente. Loro hanno un’ottima battuta e dei grandi attaccanti però dal canto nostro nelle occasioni di contrattacco, che si sono presentate, abbiamo finalizzato troppo poco. L’uscita di Nishida ci preoccupa, soprattutto in vista delle prossime partite. Il nostro impegno adesso deve essere finalizzato a riuscire ad esprimere qualcosa in più. Dobbiamo farlo anche contro queste squadre che chiaramente hanno un tasso sia fisico che tecnico superiore al nostro e restare più attaccati alla partita, cosa che oggi non ci è riuscita. Non mi piace trovare scusanti, se il campionato dice che bisogna giocare contro avversari così quotati e vogliamo essere competitivi, dobbiamo migliorare“.

Il Tabellino

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Cucine Lube Civitanova 0-3 (17-25, 19-25, 16-25)
VIBO: Saitta 2, Nishida 5, Candellaro 1, Flavio 6, Douglas 13, Borges 4, Rizzo (L pos 18%, pr 9%), Gargiulo 1, Basic 3, Partenio, Nicotra, Bisi. Ne: Condorelli (L). All. Baldovin.
RAVENNA: Garcia Hernandez 11, De Cecco 1, Anzani 7, Kovar 5, Balaso (L pos 46%, pr 23%), Lucarelli 13, Diamantini, Simon 11, Yan Herrera 1. Ne: Juantorena, Jeroncic, Sottile, Marchisio (L), All. Blengini
Arbitri: Simbari e Cappello.
NOTE – Vibo: ace 2, bs 11, muri 4, errori 13. Civitanova: ace 4, bs 12, muri 11, errori 2; durata set: 26’, 29’, 28’. Totale minuti 83 minuti. Spettatori 863, incasso 8.025,00 euro.
MVP: (De Cecco – Cucine Lube Civitanova)

top