lunedì,Marzo 4 2024

Vibonese schiantata dal Locri: ennesima sconfitta per i rossoblù

La formazione amaranto dell’ex Mancini passa al Luigi Razza per 2-0, dimostrandosi superiore in tutto

Vibonese schiantata dal Locri: ennesima sconfitta per i rossoblù

Quarta sconfitta nelle ultime cinque gare per la Vibonese, che esce tra i fischi, meritati, del Luigi Razza, sconfitta da un Locri superiore in tutto. Il risultato finale di 0-2 sta anche stretto alla formazione di Renato Mancini, che ha confermato quanto di buono ha fatto finora. Una squadra da ammirare, quella della Locride, vice capolista con merito, in grado di puntare sul gruppo della promozione, arricchendolo con qualche innesto di categoria: insomma c’è un progetto, societario e tecnico, che invece manca da tempo in casa della Vibonese e questi sono i risultati. Nessuna risposta da parte della squadra rossoblù, anche quest’anno costruita senza anima. Volendo anche senza criterio, perché ci sono limiti e vuoti ovunque. E nel momento si parla di un “grande progetto” forse è il caso di andare a imparare dal Locri per capire come si fa. A cominciare dalla scelta dei calciatori, per esempio. [Continua in basso]

Primo tempo

Modica, nel solito 4-3-3, impiega Anzelmo come play basso. Balla e Scafetta sono le mezzali, con Hernaiz largo a destra nel tridente, che prevede il giovane La Torre e Politi. Dall’altro lato l’ex Mancini (in tribuna, per squalifica), si affida al piede vellutato di Ficara, anche lui un ex rossoblù. Il capitano Dodaro dirige in mediana. Mbaye e il duttile Larosa sono i centrali difensivi
Inizialmente sembra una gara sostanzialmente equilibrata. La Vibonese cerca di manovrare, ma sbatte puntualmente sul pressing degli amaranto, che ripartono appena possono in velocità. Ci prova Scafetta, ma Iannì è attento. Quindi a metà ripresa un bel cross di Ficara dentro l’area trova impreparata la retroguardia di casa e, al contrario, ben pronto il bomber del campionato Carella, il quale depone in porta e firma il vantaggio del Locri. La risposta di casa è in un tiro cross di Anzelmo sul quale Iannì è reattivo nel deviare in angolo. Le fonti di gioco dei padroni di casa sono inaridite dal pressing degli ospiti, che sanno bene cosa e come fare.

La ripresa

Triplo cambio per la Vibonese dopo l’intervallo, ma la musica è sempre la stessa. In contropiede Romero si presenta solo davanti a Mengoni, che compie un doppio miracolo. Quindi è Ficara in ripartenza a superare Caicedo in velocità e, una volta in area, tiro e raddoppio senza esultare. Vibonese inguardabile e senza idee, nonché senza forze rispetto a un Locri che si dimostra avversario forte, compatto, grintoso, superiore in tutto: testa, gambe, idee, voglia, gioco. Una parata straordinaria di Mengoni su Furina impedisce il tris al Locri, che quando riparte fa paura. Vibonese non pervenuta. Al triplice fischio sono scontati i fischi dei sempre meno numerosi tifosi di casa.

Il tabellino

Vibonese (4-3-3): Mengoni, Lia (1’st Szymanowski), Caicedo, Bonnin, Trajkovski; Hernaiz  (1’st Palazzo), Anzelmo, Balla; Scafetta, La Torre (1’st Samake), Politi (32’st Albisetti). A disp. Rendic, Amabile, Nallo, Sparandeo, Ruggiero. All. Modica
Locri (4-3-3): Iannì, Palermo, Larosa (31’st Aquino D.), Mbaye, Mazzone; Marrazzo, Dodaro, Romero (35’st Pagano), Ficara, Carella (45’st Zarich), Furina. A disp. Gagliardotto, Aquino V., Parrotta, Chiricosta, Majore, Kamara. All. Mancini (squalificato)
Arbitro: Angelo Tomasi di Lecce (Francesco Festa e Giuseppe Rizzi di Barletta)
Marcatori: 25’pt Carella, 15’st Ficara
Note: giornata fredda, spettatori 220 compresi 80 ospiti, per un incasso di 1900 euro. Ammoniti: Balla, Hernaiz (V). Rec. 3’pt, 4’st

LEGGI ANCHE: Sconfitta a Siderno per l’Under 17 maschile della Kairos basket Vibo

Besmir Balla sprona la Vibonese: «Rialziamoci subito per centrare i play off» – Video

Articoli correlati

top