Serie C, ecco il calendario: esordio esterno per la Vibonese

I rossoblù giocheranno la prima in trasferta a Cava dè Tirreni. Alla quarta giornata è già derby con il Catanzaro
I rossoblù giocheranno la prima in trasferta a Cava dè Tirreni. Alla quarta giornata è già derby con il Catanzaro
Informazione pubblicitaria
L'ultima sfida tra Cavese e Vibonese del marzo 2020
Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

Esordio in trasferta per la Vibonese nel torneo di Serie C edizione 2020/21. La squadra del presidente Caffo se la vedrà subito contro l’ex tecnico Giacomo Modica, ritornato alla guida della Cavese. Si comincia il 27 settembre. I rossoblù, pertanto, ritroveranno il trainer che li ha guidati nella precedente stagione e, per uno strano scherzo del destino, Angelo Galfano debutterà nei professionisti, con la Vibonese, ancora una volta in casa della Cavese. Gli era accaduto già in Serie D, nella stagione 2002/03, alla sua prima assoluta da allenatore della squadra rossoblù (che vinse per 1-0 grazie alla rete di Nuccio Di Dio).

Il debutto casalingo di Mengoni e compagni è previsto per il 4 ottobre, contro la Juve Stabia, appena retrocessa dalla Serie B. Quindi trasferta a Francavilla nel turno infrasettimanale e alla quarta è già derby contro il Catanzaro, domenica 11 ottobre. Nel calendario compaiono una X ed una Y e riguardano le squadre del Bisceglie e del Foggia, che hanno tempo fino al prossimo 25 settembre per entrare in possesso dei requisiti richiesti per partecipare alla terza serie nazionale, dopo essere state ammesse in sostituzione di Picerno e Bitonto.

A dicembre, per i rossoblù, tre match vibranti nel giro di dieci giorni: il 13 trasferta a Bari, il 20 match interno con il Palermo e il 23 trasferta ad Avellino. Ultima gara di campionato, per i rossoblù, contro la Turris. Andata in Campania e ritorno al Razza, il 25 aprile, quando è prevista la conclusione della stagione regolare. Si comincia a porte chiuse, sperando di poter al più presto ritrovare l’abbraccio del pubblico. Ma sull’avvio del campionato incombe la minaccia di uno sciopero: l’Associazione Italiana Calciatori chiede l’eliminazione del vincolo delle liste, altrimenti i giocatori non scenderanno in campo per la prima giornata.