Pubblicita'

Carattere

Il complesso monumentale di San Domenico e il Museo dei marmi i siti più gettonati. Soddisfatto il sindaco Bartone impegnato a fare da “Cicerone” alle comitive

Il chiostro conventuale di Soriano
Cultura

Numerosi visitatori e comitive hanno raggiunto Soriano nel giorno di Pasqua e a Pasquetta per visitare in particolare il parco archeologico e monumentale di san Domenico e il MuMar (Museo dei marmi).

Provenienti da tutta la Calabria e anche dalla vicina Sicilia, le comitive «hanno potuto godere non solo della romantiche rovine risalenti al XVII secolo ma anche ammirare la più vasta e importante raccolta di sculture marmoree da Napoli in giù».

Sono state ben 18 le visite guidate per gruppi, alcune effettuate dal sindaco Francesco Bartone, altre da guide esperte del settore. «Nonostante il cattivo tempo, non proprio consono alla primavera - fa sapere in una nota il sindaco Bartone -, abbiamo accolto oltre 250 turisti interessati alla nostra cittadina per il suo patrimonio artistico e storico che conserva. Alcuni hanno preferito pranzare al sacco nei giardini dei chiostri conventuali altri negli agriturismi presenti nel territorio comunale».

Molto apprezzati anche il MuTer, Museo del terremoto, unico del suo genere in Europa e la pinacoteca con quadri di grandi protagonisti della pittura italiana, in special modo napoletana, nonchè il Museo delle stoffe e delle sete antiche. Siti aperti per l’occasione nonostante non ancora in funzione.

Seguici su Facebook