Pubblicita'

Carattere

Al PalaValentia Ravenna passa in quattro set. Ancora lontana l’intesa del gruppo, disastrosa la seconda parte della gara. Tubertini: «Faccio fatica a pensare che questo sia il nostro gioco»

Una fase del match
Sport

Tanto da lavorare. Molto ancora da rivedere, un amalgama tutto da costruire. La prima uscita stagionale della Tonno Callipo Vibo si trasforma in un autentico flop. Al PalaValentia, davanti a poche centinaia di spettatori, la formazione di coach Tubertini incappa in una prestazione deludente, a tratti imbarazzante, uscendo direttamente di scena dalla Coppa Italia negli ottavi di finale. Gara da “dentro o fuori” quella contro la Bunge Ravenna, in cui tanti sono i demeriti del sestetto a fronte di una prestazione lineare degli ospiti, trascinati dall’opposto Buchegger (con 25 punti), best scorer ed Mpv del match.

Al fischio d’inizio, preceduto dalla consegna delle divise da gioco da parte del presidente Pippo Callipo ai suoi, coach Soli punta su Orduna al palleggio, Buchegger opposto, Georgiev e Vitelli al centro, Poglajen e Marechal di banda, Goi libero. Coach Tubertini risponde con Coscione in regia, Patch opposto, Costa e Verhees al centro, Antonov e Lecat in posto 4, Marra libero.

L’avvio è serrato, il cambio palla fluido, con gli uomini di Soli a condurre di una-due lunghezze fino al 10-12 firmato Buchegger e il successivo time-out di casa. Buon muro di Costa a rimettere in scia i vibonesi (12-13) seguito da un affondo mal gestito dagli uomini di Soli che vale il pareggio (14-14). La prova video convalida il 20-22 Ravenna e Buchegger prolunga il break direttamente dai nove metri (20-23). È ancora l’opposto ospite a firmare un secondo ace che regala ai suoi 4 palle set. Vibo ne annulla una ma il successivo attacco out sancisce lo 0-1 ospite.

Equilibrio dominante anche in avvio di secondo set. Ora è Vibo a condurre di una lunghezza e gli ospiti puntualmente a recuperare. Vibo al break sull’ace di Patch (10-8) ma il contro-break di Ravenna rimette il punteggio in parità. La zampata di Lecat spezza il set a favore di Vibo che si porta sul 15-12. Ora è Soli a fermare il gioco. Antonov allarga ulteriormente il divario a favore dei giallorossi di casa (18-14). Verhees e Lecat tengono a bada gli ospiti (22-19) e il set point arriva con Costa (24-22). Vibo pareggia i conti con Antonov.

Bunge aggressiva nel terzo, guadagna un margine importante in avvio di parziale (3-8). Poglajen picchia duro dai nove metri e Vibo soccombe nonostante i due time-out e l’innesto di Izzo, Massari e Domagala (3-11). Antonov e compagni dimezzano lo svantaggio (8-12); Buchegger però è incontenibile e Ravenna vola (7-16). Troppo ampio il divario. Vibo nemmeno ci prova (14% in attacco) e il set si chiude su un imbarazzante 9-25.

Ravenna vede la meta vicina e preme sull’acceleratore nel quarto set (8-16). Quindi costruisce palla su palla la vittoria finale che arriva sul 17-25. Per la Bunge si spalanca così l’accesso ai quarti. Se la vedrà con i campioni d’Italia della Lube Civitanova il prossimo mercoledì 18 ottobre.

La voce dei protagonisti
Lorenzo Tubertini (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): «Analizzare una partita del genere non è confortevole. Siamo partiti con il braccio rigido, però c’è stata una bella reazione nel secondo set. Dal terzo set loro in battuta hanno spaccato la partita, sono stati molto bravi e da lì abbiamo faticato a trovare ritmo nel cambio palla. E’ stato un terzo set brutto, ma faccio fatica a pensare che siamo stati questi qua. Poi nel quarto abbiamo faticato senza riuscire a trovare un ritmo di gioco adeguato».

Fabio Soli (allenatore Bunge Ravenna): «E’ stata una partita nervosa e c’era da aspettarselo perché questo è un posto dove non è mai facile portare a casa vittorie e punti. La vittoria di oggi ha un valore un po’ diverso rispetto a quella ottenuta ad aprile della scorsa stagione. Oggi abbiamo ottenuto un grande risultato perché era la prima gara ufficiale ed era più importante rispetto ad allora».

Il tabellino della gara:
Tonno Callipo Vibo 1
Bunge Ravenna 3
(21-25,25-22, 9-25, 17-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 5, Coscione, Marra (L), Lecat 6, Izzo, Antonov 10, Massari, Domagala 2, Torchia (L2), Verhees 8, Patch 11, Presta 1. Non entrati: Corrado. Allenatore: Tubertini.

BUNGE RAVENNA: Vitelli 4, Orduna 2, Poglajen 13, Raffaelli, Pistolesi, Goi (L), Georgiev 12, Diamantini 1, Marechal 14, Buchegger 25. Non entrati: Gutierrez, Marchini. Allenatore: Soli.

ARBITRI: Alessandro Tanasi e Gianluca Cappello.

NOTE: Durata set: 27’, 29’, 30’, 25’. Tot. 111’. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 14, ace 1, ric. pos. 47%, ric. perf. 26%, att. 37%, muri 5. Bunge Ravenna: bs 20, ace 8, ric. pos. 59%, ric. perf. 39%, att. 52%, muri 9.

Seguici su Facebook