La cicogna della porta accanto

Un bellissimo e raro esemplare del famoso uccello 'porta bambini' è stato immortalato sui tetti e sui tralicci di Zambrone. Lo scatto, che ha fatto il giro di Facebook, ha destato molta curiosità tra i cittadini del paese aramonese. 

Un bellissimo e raro esemplare del famoso uccello 'porta bambini' è stato immortalato sui tetti e sui tralicci di Zambrone. Lo scatto, che ha fatto il giro di Facebook, ha destato molta curiosità tra i cittadini del paese aramonese. 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La natura e la passione per la fotografia sono stati gli elementi che hanno portato a conoscenza di molte persone il passaggio delle cicogne sul territorio comunale di Zambrone. Teatro dell’evento è stato il più famoso dei social network più utilizzati oggi: Facebook. E’ qui che l’appassionato di fotografia naturalistica e cittadino del luogo, Mimmo Iannello, ha con meditata attenzione divulgato la foto di un bellissimo esemplare di cicogna posato su un traliccio dell’Enel.

Informazione pubblicitaria

Numerosi i commenti di meraviglia per una tale esperienza e soprattutto per la presenza di un animale tanto prezioso nella sua simbologia di portatore di liete notizie (e non solo). Secondo una nota dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, il passaggio del famoso uccello, in questo periodo di post-riproduzione, si è rivelato proficuo di presenze  di numerose specie. Tutto questo si spiega «per l’alta valenza delle caratteristiche orografiche, ambientali e meteorologiche della regione Calabria e, in particolar modo della zona aspro-montana, capace di identificarsi quale meta di passaggio privilegiata per i migratori tra Italia e Africa».

«Un’emozione immensa – ha affermato il giovane appassionato fotografo – che spero di poter rivivere. La fotografia naturalistica mi prende totalmente e poter immortalare tali specie, mi rende ancor più felice del tempo speso in lunghi appostamenti».

Sicuramente, una tale presenza sul territorio zambronese diventa per i molti appassionati di simbologia, un elemento di buon auspicio, non solo per la tutela e il rispetto dell’ambiente che da più parti deve venire e convogliare soprattutto sui più giovani ma, anche, per chi vede in queste manifestazioni magnifiche della natura una possibile ripresa dell’intero territorio.