In arrivo droni e battelli spazzamare per pulire le acque di Capo Vaticano

Il progetto ambientale, finanziato dalla Regione con 120mila euro, si pone l’obiettivo di tutelare il Sito di importanza comunitaria dei “Fondali di Capo Vaticano” attraverso azioni mirate. Domani la presentazione

Il progetto ambientale, finanziato dalla Regione con 120mila euro, si pone l’obiettivo di tutelare il Sito di importanza comunitaria dei “Fondali di Capo Vaticano” attraverso azioni mirate. Domani la presentazione

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

L’Associazione Amici del mare-Capo Vaticano presenterà, domani sabato 22 giugno alle ore 10, nella propria sede di Ricadi l’avvio del progetto ambientale Puliamo il mare nel Sito di importanza comunitaria (Sic) “Fondali di Capo Vaticano”. Un progetto finanziato dalla Regione Calabria nell’ambito del Por Calabria Fesr-Fse 2014/2020 Piano di Azione 6.5.A.1 Sub azione 2 “Conservare, ripristinare e tutelare gli habitat e le specie di Rete Natura 2000”. L’associazione ha partecipato all’avviso pubblico del Dipartimento Ambiente settore 5 della Regione Calabria risultando una delle beneficiarie e sottoscrivendo nel novembre 2018 apposita convenzione con la Regione per la sua realizzazione previa acquisizione di nullaosta da parte della Marina Militare Italiana e di autorizzazione da parte del Comune di Ricadi. Il progetto, del valore di 120.000 euro, prevede, entro dicembre 2019, la realizzazione di tre interventi distinti tramite l’acquisto di forniture e servizi  così riassumibili: acquisto e posizionamento di boe marine con relative catenarie per segnalamento perimetro dell’area SIC IT9340093, appartenente a Rete Natura 2000, al fine di porre in evidenza ai fruitori del mare professionisti, diportisti, sportivi la presenza di questo scrigno ambientale di biodiversità custode di flora e fauna tutelata tra cui Praterie di posidonia, condrosia reniformis, gorgonia bianca, tursiope troncato, tartarughe marine del tipo caretta caretta e liuto, stenella striata, pinna nobile, globicefalo, e altri; pulizia dei fondali marini dell’area tramite individuazione, classificazione e rimozione dei rifiuti eventualmente presenti con loro successivo smaltimento in discarica secondo i dettami di legge vigenti; attività informativa alla cittadinanza e agli studenti delle scuole primarie del territorio, tramite incontri specifici con ausilio di materiale promozionale e la collaborazione del Wwf sezione Vibo Valentia. Il tutto per far conoscere il sito “Fondali di Capo Vaticano” e la sensibilizzazione della sua tutela e salvaguardia anche con la messa in atto di azioni di buone pratiche ambientalmente compatibili, per perseguire l’obiettivo primario dell’Avviso Pubblico regionale: conservazione, ripristino e tutela delle aree Sic Rete Natura 2000. Il progetto nel suo complesso prevede, per coadiuvare le azioni da mettere in atto da parte dell’associazione, l’acquisto di un drone sottomarino, di un drone aereo e di un piccolo battello spazzamare per la raccolta dei rifiuti superficiali galleggianti.  

Informazione pubblicitaria