giovedì,Luglio 29 2021

Raccolta differenziata, i primi risultati sono «incoraggianti»

Percentuali salite fino al 13 per cento. A renderle note l’assessore all’Ambiente Scuticchio che confida in un’ulteriore crescita del trend mettendo in evidenza anche il risparmio economico nella gestione del servizio rispetto al passato

Raccolta differenziata, i primi risultati sono «incoraggianti»

Risultati non certo elevatissimi, ma sicuramente significativi. La raccolta differenziata sta iniziando a dare i suoi primi frutti, senza dimenticare l’aspetto del risparmio economico rispetto ad aziende che hanno avuto il settore in gestione in passato. A sostenerlo è l’assessore all’Ambiente Antonio Scuticchio.

Da un misero 5,42% di marzo, quando la differenziata partì, si è passati al 9,40% di aprile per poi arrivare al 13% dell’ultimo mese, ovvero maggio, mentre nei mesi precedenti, relativi anche al 2015, le percentuali erano decisamente più basse. Sono i dati mostrati dallo stesso Scuticchio, che si è detto «soddisfatto, anche perché il trend è in aumento, ed è visibile dalle pesate eseguite per categoria merceologica. Stiamo guadagnando il 4 per cento circa in più ogni mese. Ogni camion, una volta rientrato alla base, effettua una pesa del carico, con i dati che poi vengono trasmessi alla ditta che a sua volta li inoltra al Comune.

Ovviamente – ha aggiunto – ci basiamo anche sul lavoro dell’Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale, l’Ispra, che analizza l’andamento. Sono dati rassicuranti, anche perché c’è stato un notevole risparmio. Basta pensare che ad Eurocoop era stato appaltato il lavoro per 5,1 milioni di euro, mentre ora si spendono 1,7 milioni di meno».

A luglio il contratto della Ased scadrà, ma probabilmente ci sarà una proroga del servizio in vista della costituzione dell’Ato per la gestione congiunta della raccolta rifiuti. «Magari il 13% non sarà moltissimo, ma è ben visibile la crescita. Nei mesi scorsi i dati erano poco incoraggianti, ma da marzo c’è stata una notevole flessione. Si può fare di più ed è quello che faremo, ma al contempo ci deve essere il supporto di tutti, dagli impiegati ai cittadini».

La strada è ancora tutta in salita, e si spera che la raccolta differenziata prenda piede nel resto della città e delle frazioni. Le estati tra la spazzatura è difficile dimenticarle, con cumuli ai bordi delle strade e servizi chiaramente inadeguati. La bella stagione è alle porte, ma riuscirà l’amministrazione ad evitare la vergogna degli anni passati?

top