Carattere

E’ uno dei progetti contro il dissesto idrogeologico del Consorzio di Bonifica Tirreno Catanzarese che ha fatto il punto sulla sua attività e i progetti per il futuro

Il bacino dell'Angitola
Ambiente

Ammonta a oltre sei milioni di euro la cifra predisposta dal Consorzio di Bonifica Tirreno Catanzarese per potenziare gli impianti irrigui, implementarli aggiungendo strumenti di misurazione certa dei consumi e finalizzati all’abbattimento dei costi per il pompaggio dell’acqua. A circa quattro milioni e 700 mila euro ammonta, invece, la progettazione avviata dall’ente per la viabilità delle superfici agro-forestali, con particolare attenzione ai collegamenti alla viabilità pubblica asfaltata. 

Sono alcuni degli elementi emersi durante la conferenza stampa sul tema “Insieme per gestire programmi di salvaguardia della bellezza del territorio” durante il quale è stato anche presentato il Quaderno per la sostenibilità 2016/2017 redatto dall’ente. Si tratta di un documento dedicato alla trasparenza del consorzio, ma anche un modo per tirare le somme con numeri alla mano. Tra i progetti in cantiere quello del canale “fugatore” della diga Angitola che dovrebbe salvaguardare autostrada e ferrovia in caso di calamità. A partecipare all’incontro diversi amministratori e il presidente della Coldiretti Pietro Molinaro.

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook