VIDEO | Mare verdastro, il fenomeno persiste nel Vibonese

Le analisi effettuate confermano l’ipotesi della fioritura algale sostenuta dall’Arpacal che però, al tempo stesso, raccomanda di evitare la balneazione nelle zone interessate dal fenomeno

Le analisi effettuate confermano l’ipotesi della fioritura algale sostenuta dall’Arpacal che però, al tempo stesso, raccomanda di evitare la balneazione nelle zone interessate dal fenomeno

Informazione pubblicitaria
Come si presentava il mare ieri a Nicotera
Informazione pubblicitaria

Non lascia spazio ad alcun dubbio il video girato questa mattina a Vibo Marina. Un’enorme chiazza verdastra ha ricoperto il mare facendo scappare i turisti. Centinaia le segnalazioni giunte alla Capitaneria di porto di Vibo Valentia che non ha potuto fare altro che tranquillizzare i bagnanti riportando i dati dell’Arpacal.

Informazione pubblicitaria

Nicotera Marina, il mare si tinge di verde

L’Agenzia regionale per la protezione ambientale, dopo avere prelevato alcuni campioni di acqua ha infatti escluso ogni forma di inquinamento. Il mare si colora di verde per la fioritura delle alghe, che si verifica a causa delle condizioni meteo-marine. Nessuna contaminazione fecale, eppure la raccomandazione (ufficiosa) dell’Arpacal è quella di evitare di farsi il bagno visto che le alghe potrebbero rilasciare sostanze tossiche.

 

LA SITUAZIONE A VIBO MARINA QUESTA MATTINA

 

Ecco perché questa mattina sono stati effettuati nuovi prelievi di campioni dal mare di Nicotera. Gli stessi saranno inviati in un centro di Cesenatico che stabilirà la tipologia delle alghe e il loro effettivo grado di tossicità.

Mare verdastro a Pizzo, per l’Arpacal si tratta di “fioritura algale”

I risultati sono attesi nelle prossime ore. Ieri, inoltre, sono stati effettuati altri campionamenti per monitorare il fenomeno. Dai campioni inviati al laboratorio di Reggio Calabria non sarebbe emerso, come detto, alcun inquinamento di origine fecale, ma solo la presenza di alghe che tingono di verde il nostro mare.