domenica,Settembre 19 2021

Mare sporco a Nicotera, la protesta non si ferma

Si è svolta questa mattina nella cittadina costiera una partecipata assemblea alla presenza dell’assessore regionale all’Ambiente Rizzo e del dirigente regionale Pallaria. Nonostante le rassicurazioni i cittadini restano sul piede di guerra

Mare sporco a Nicotera, la protesta non si ferma

Un centinaio di cittadini, operatori turistici e commercianti hanno partecipato all’incontro pubblico con il dirigente della Regione Calabria, Domenico Pallaria, e l’assessore regionale all’Ambiente Antonella Rizzo accorsi a Nicotera dopo la protesta sui binari, alla stazione di Rosarno, che ieri ha mandato in tilt la circolazione ferroviaria.

Mare sporco a Nicotera, occupata la stazione di Rosarno – VIDEO

Due le questioni poste all’attenzione dei funzionari regionali, l’acqua inquinata e il mare sporco. Problemi che hanno fatto scattare il malcontento dei commercianti sfociato prima nell’occupazione del Municipio poi sui binari della vicina stazione: “Aiutateci, ci stiamo ammalando”, l’appello dei cittadini.

All’incontro era presente anche il consigliere regionale Vincenzo Pasqua, il vicario della prefettura Sergio Raimondo, presidenti di associazioni ambientaliste e i sindaci dei vicini comuni di Limbadi e San Calogero. Assente il primo cittadino di Nicotera.

Protesta di Nicotera, vietato l’accesso in Comune a dipendenti e sindaco

A lui si sarebbe voluta rivolgere l’assessore Rizzo che ha comunque garantito il massimo impegno della Regione pronta a stanziare le risorse necessarie per risolvere il grave problema ambientale che ha messo in ginocchio l’economia di Nicotera, affossando il turismo. Nel suo intervento l’ingegnere Pallaria si è impegnato oggi stesso a contattare la Sorical, ente gestore del sistema idrico, per intimargli di individuare le cause e risolvere tempestivamente il problema della presenza di manganese nell’acqua.

VIDEO | “Chiuso per mare sporco”: i commercianti occupano il Comune di Nicotera

Seppure soddisfatti dell’attenzione dimostrata dai dirigenti regionali, i cittadini di Nicotera continueranno ad assediare il Municipio fino a quando dai rubinetti non riprenderà a sgorgare acqua pulita e il mare non tornerà ad essere cristallino.

top