sabato,Aprile 13 2024

Drapia, progetto ex novo per un ampliamento stradale importante

Il Comune avvia l'iter per i lavori di riqualificazione dell'arteria ricadente nella frazione di Caria

Drapia, progetto ex novo per un ampliamento stradale importante

Con l’atto d’indirizzo e la nomina del responsabile unico del procedimento, l’amministrazione comunale di Drapia guidata da Alessandro Porcelli inizia a predisporre l’iter burocratico per i lavori di completamento, riqualificazione e ampliamento della sede stradale di via Regina Elena nella frazione di Caria. «Quest’operazione ha preso avvio già nel 2020 – ci ha fatto sapere il primo cittadino Porcelli – ed io oramai non ci speravo più poiché, per una svista, la questione era stata un po’ messa da parte. Oggi siamo beneficiari di un finanziamento regionale di 300mila euro che consentirà l’avvio di un intervento assai importante per Caria e per la viabilità in generale». [Continua in basso]

Alessandro Porcelli, sindaco Drapia

«Si era iniziato l’avvio burocratico per l’ampliamento durante il mio primo mandato amministrativo, ma la necessità di mettere mano al piano viario risale all’ultimo mandato dell’ex sindaco Aurelio Rombolà. Esisteva già nel Piano di fabbricazione del 1984 l’ampliamento della strada – ha specificato Porcelli -, con circa 10 metri di sede stradale inclusi marciapiedi da ambo i lati. Un progetto davvero troppo ampio. Ciò che si andrà a fare ora ex novo, con uno studio di fattibilità, riguarda una sede stradale di circa 6-7 metri di ampiezza, e con queste somme a disposizione riusciremmo a centrare l’obiettivo che ci siamo prefissati, riqualificando lo spazio esistente». Riguardo i lavori da compiere, Porcelli ha poi anticipato che: «Ci sono molte opere di demolizione e la ricostruzione di alcuni muretti. Ci saranno anche diversi espropri sui quali, mi auguro, vi siano accordi bonari per evitare di perdere ulteriore tempo e rallentare il già complesso iter burocratico che ci attende». Tuttavia, le dita restano incrociate: «Spero di poterla realizzare entro il mio mandato». Sul finanziamento ottenuto, infine, ha poi precisato: «Non si tratta di un indebitamento da parte del Comune. Sebbene ancora siamo lontani dal progetto e deve essere ancora compiuto uno studio di fattibilità, possiamo ipotizzare che sulle somme ricevute per la parte che riguarda il cofinanziamento potremmo arrivare a pagare all’incirca 30mila euro di interessi in quindici anni».

LEGGI ANCHE: Strada fra Drapia e Sant’Angelo, si attendono interventi urgenti

Drapia, dopo Pasqua in cantiere la messa in sicurezza del torrente Lumia

Articoli correlati

top