giovedì,Maggio 30 2024

Il Comune di Soriano promuove il progetto “Adotta un’area verde” favorendo iniziative private

La finalità è migliorare la qualità del verde presente nel territorio comunale attraverso l'affidamento della cura a cittadini, associazioni o imprese

Il Comune di Soriano promuove il progetto “Adotta un’area verde” favorendo iniziative private
Comune di Soriano
Il Comune di Soriano

La commissione straordinaria del Comune di Soriano Calabro, con delibera di giunta, ha promosso l’iniziativa “Adotta un Monumento, un’aiuola, un’area verde”, rivolta a tutta la cittadinanza, perché la stessa possa contribuire attivamente alla cura del proprio comune per migliorare la quantità e la qualità del verde, e la manutenzione delle aree verdi presenti sull’intero territorio comunale, attraverso l’affidamento della cura delle stesse a cittadini, associazioni, o imprese e attività commerciali. Nell’ottica di una gestione moderna del verde pubblico, possono essere ammesse proposte da Aziende, società, associazioni, singoli cittadini, o altri soggetti privati per la manutenzione, la sistemazione e/o l’allestimento di aree di interesse pubblico, facendosi carico della gestione degli spazi stessi e/o delle spese di realizzazioni/ristrutturazione. Chiaramente, il Comune precisa che “la proprietà rimane pubblica, e non entrerà nella disponibilità dei privati”. Sul territorio comunale “sono presenti aree verdi di proprietà che, in alcuni casi, versano in stato di incuria, – viene spiegato nella delibera – per l’impossibilità dell’amministrazione comunale di provvedere con la necessaria frequenza agli interventi di manutenzione, riqualificazione e valorizzazione anche al fine di renderle maggiormente fruibili da parte di tutta la cittadinanza. Considerato il verde urbano un elemento di grande importanza ai fini del miglioramento della qualità della vita all’interno delle città in quanto componente di molteplici funzioni ambientali, sociali e decorative, l’ente locale ha pertanto inteso favorire l’iniziativa “Adotta un Monumento, un’aiuola, un’area verde”. [Continua in basso]

Un’aiuola spartitraffico del centro abitato di Soriano Calabro

Le aree verdi saranno assegnate a chi ne farà richiesta e le domande devono essere corredate da una breve relazione tecnica descrittiva e di sistemazione dell’area a verde con indicazione della tipologia e della qualità delle piante che si intende mettere a dimora, ma l’amministrazione si riserva la facoltà di decidere la tipologia di piante nel caso in cui quelle inserite nel progetto non siano ritenute idonee. L’area deve essere mantenuta a carico dell’assegnatario secondo le seguenti regole: taglio periodico del tappeto erboso dove presente; pulizia e manutenzione ordinaria con pulizia ed eliminazione delle erbe infestanti; la raccolta e lo sfalcio e la raccolta rifiuti saranno a carico dell’affidatario secondo le norme vigenti; l’assegnatario ha la facoltà di posizionare nell’area verde assegnata un cartello recante il nome del soggetto assegnatario. Il cartello dovrà avere le dimensioni nel rispetto del codice della strada e del regolamento che verrà adottato, e comunque una altezza non superiore ai 40 cm ed una larghezza non superiore ai 60 cm; la posa del cartello informativo sarà vincolata al rilascio del parere favorevole del responsabile del Settore Lavori Pubblici; l’amministrazione potrà, in qualsiasi momento dovesse ritenerlo necessario, revocare l’assegnazione a seguito di sopravvenute necessità di interesse pubblico. E’ prevista la revoca immediata qualora a seguito di verifiche e controlli l’assegnatario non provvedesse alla manutenzione dell’area verde nei modi stabiliti, inoltre, il responsabile del Servizio Lavori Pubblici eseguirà controlli periodici al fine di verificare lo stato di manutenzione dell’area assegnata.

Il sistema delle aree verdi cittadine, quale patrimonio ambientale legato all’identità dei luoghi, riveste un’importante funzione culturale, paesaggistica e sociale poiché contribuisce a migliorare il microclima, a ridurre il degrado urbano, elementi fondamentali per la qualità della vita urbana e per la salute pubblica. “In questi ultimi anni, pertanto, ha avuto un notevole impulso sul territorio comunale la realizzazione di aree destinate al verde pubblico – viene aggiunto nella delibera comunale – il Comune di Soriano Calabro considera il verde pubblico un bene comune da tutelare e, nell’ambito delle proprie politiche, anche a fronte delle sempre più stingenti norme in tema di razionalizzazione e stabilizzazione della finanza pubblica accanto alle tradizionali modalità di gestione in appalto mediante affidamento a ditte specializzate, ritiene opportuno
promuovere iniziative volte ad ottimizzare le risorse disponibili anche attraverso il coinvolgimento dei cittadini, delle associazioni, delle cooperative sociali e del mondo imprenditoriale. In questo contesto, dunque, e nella consapevolezza che le aree verdi comunali, così come gli arredi urbani appartengono alla collettività, l’ente locale, nell’ambito delle proprie azioni di riqualificazione urbana, intende intraprendere iniziative volte alla valorizzazione del verde di arredo (giardini, spazi verdi di quartiere, verde stradale, aiuole spartitraffico e
rotatorie) favorendo l’iniziativa privata.

LEGGI ANCHE: Aree verdi a Vibo tra “incuria e degrado”, Stefano Soriano contro l’amministrazione: «Città in agonia»

Villa comunale di Vibo Valentia nell’abbandono, la denuncia del consigliere Miceli – Foto

top