giovedì,Febbraio 29 2024

Rapace in difficoltà soccorso a Cessaniti da due dipendenti del Consorzio di bonifica -Video

È accaduto in località Castagnara. Il racconto dei due operatori: «Dopo aver recuperato le forze, ha ripreso il volo»

Rapace in difficoltà soccorso a Cessaniti da due dipendenti del Consorzio di bonifica -Video

Due dipendenti del Consorzio di bonifica Tirreno vibonese, Pino Maiuli e Giuseppe Vavalà, addetti al servizio irriguo per la distribuzione dell’acqua ai contadini, nel corso di consueta attività lavorativa, si sono accorti della presenza di un rapace all’interno di un canale. Il maestoso esemplare di poiana, inzuppato d’acqua e stanco per la disavventura, è stato soccorso e trasferito all’asciutto. Il recupero, non senza difficoltà, è avvenuto in località Castagnara, nel Comune di Cessaniti: «Il rapace – evidenziano i due lavoratori- era provato per le tante ore trascorse in acqua ma non presentava alcuna ferita. Si è lasciato prendere senza recare danno. Poi lo abbiamo lasciato al sole, ha recuperato le forze e ha infine ripreso il volo». L’intervento dei dipendenti del Consorzio, che non hanno esitato nel procedere al recupero nonostante il timore iniziale, è stato provvidenziale per l’animale selvatico che rischiava di andare incontro a morte certa. L’organismo, rappresentato dal commissario Vincenzo Vulcano e dal dirigente Nazzareno Mondello, nonostante le difficoltà, continua a svolgere le funzioni necessarie al conseguimento delle finalità di assetto idraulico del comprensorio, di tutela, sviluppo e valorizzazione economica del territorio rurale e degli ordinamenti produttivi, con particolare riguardo alla qualità, di approvvigionamento, tutela, regolazione ed utilizzazione delle acque a prevalente uso irriguo e di salvaguardia dell’ambiente. In questo caso, il gesto dei due dipendenti, è andato oltre il quotidiano svolgimento del proprio impiego «ed è stato dettato dal forte amore e rispetto nei riguardi della natura e degli animali».

LEGGI ANCHE: Un cucciolo di ghiro, un allocco e un falco ferito salvati dal Wwf vibonese

Nidi di tartaruga caretta-caretta, Wwf Calabria: «Grandi risultati»

Incendi nel Vibonese, Paolillo (Wwf): «Danni incalcolabili, chi paga per questi crimini?»

Articoli correlati

top