sabato,Aprile 20 2024

Cresce la raccolta differenziata in Calabria: Vibo si colloca al primo posto con oltre il 69%

La percentuale di raccolta nella regione registra un totale del 54,4%, con un incremento del 2,40% rispetto all’anno precedente. Ecco tutti i dati divulgati dal Report dell'Arpacal

Cresce la raccolta differenziata in Calabria: Vibo si colloca al primo posto con oltre il 69%

E’ stato divulgato il Report Rifiuti edizione 2023 dell’Arpacal che raccoglie i dati sulla produzione di Rifiuti Urbani e Raccolta Differenziata nei Comuni della Calabria, offrendo la possibilità di conoscere, inoltre, i dati riferiti alle diverse categorie merceologiche. La percentuale di Raccolta Differenziata, in Calabria, registra un totale del 54,4%, con un incremento del 2,40% rispetto all’anno precedente. La provincia di Catanzaro ha raggiunto il 65% di Raccolta Differenziata, a seguire, grazie a un incremento del 2,44% è la provincia di Vibo Valentia con il 61,03%. La provincia di Cosenza resta stabile con il 60,73%. Le province di Reggio Calabria e Crotone, con un incremento, rispettivamente del 5,22% e del 3,52%, raggiungono il 41,40 ed il 39,42 %. Tra i 5 comuni più virtuosi nella raccolta differenziata troviamo: Soveria Simeri (CZ) (88,45 %), seguito da Frascineto (CS) (86,82%) e poi, in ordine, Tiriolo (86,60%), Jacurso (85,57%) e Curinga (84,92%) (CZ). Emerge, dunque, un trend regionale positivo, di continua crescita, seppure a ritmi non elevati. Per quanto riguarda la situazione della percentuale di Raccolta Differenziata dei capoluoghi di provincia, Vibo Valentia si colloca al primo posto con il 69,89%, avendo registrato un incremento del 2,98%, e Catanzaro segue a breve distanza con il 69,23%. Entrambi i Capoluoghi superano l’obiettivo del 65% indicato dalla normativa. Reggio Calabria registra il maggior incremento percentuale (10,20%), che per Crotone risulta essere del 4,39%. Esistono quindi rilevanti margini di miglioramento che devono vedere un costante e maggior impegno ambientale allo scopo di mantenere un trend che risulta indubbiamente positivo. Ogni cittadino calabrese differenzia, mediamente, su base provinciale, in un anno, 270,49 Kg (CZ), 244,90 Kg (CS), 387,12 Kg (VV), 174,97 Kg (KR) e 154,70 Kg (RC). Dal confronto con le altre regioni del Sud e con la media italiana, sommando la produzione di Raccolta differenziata ed indifferenziata, emerge che, mediamente, ogni abitante della regione Calabria produce, ogni anno, quasi 400 Kg di rifiuti: 53 Kg in meno della media pro-capite che si registra in Sud Italia (453,80 Kg) e ben 93 Kg in meno rispetto alla media italiana (493,60 Kg).

LEGGI ANCHE: Strade nel degrado, cinque associazioni vibonesi: «Rifiuti e voragini. Spettacolo indegno»

Francavilla Angitola, prosegue l’iter per la creazione di un’isola ecologica

top