sabato,Maggio 18 2024

Lotta alla plastica, l’associazione “Adesso Pizzo” in campo

Un weekend di mobilitazione che coinvolge diverse città e paesi allo scopo di sensibilizzare cittadini, istituzioni e imprese sul grave problema dell’inquinamento legato all’abbandono di rifiuti

Lotta alla plastica, l’associazione “Adesso Pizzo” in campo

In occasione della Giornata mondiale dedicata alla Terra, anche quest’anno l’associazione “Adesso Pizzo” aderisce all’evento nazionale Plastic free organizzando, con il patrocinio del Comune di Pizzo, un clean up in località Savelli. Gli appuntamenti di pulizia ambientale che saranno realizzati in contemporanea nel weekend del 20 e 21 aprile sono 328, 22 di questi interesseranno città calabresi, 4 nella provincia di Vibo Valentia. L’evento nazionale, pianificato per celebrare la Giornata della terra del 22 aprile, quest’anno diventa internazionale, con la presenza di ben 6 città fuori dai confini italiani ed è stato presentato ieri a Palazzo Madama. Insieme alla vicepresidente del Senato Licia Ronzulli, sono intervenuti il presidente e il direttore generale di Plastic free Italia (Odv che dal 2019 è impegnata nel contrasto all’inquinamento da plastica), Luca De Gaetano e Lorenzo Zitignani, per promuovere l’invito a rispettare insieme l’ambiente, costantemente deturpato dall’abbandono di plastica e rifiuti.

Quella del weekend sarà dunque una mobilitazione di massa per sensibilizzare cittadini, istituzioni e imprese sul grave problema dell’inquinamento legato all’abbandono di rifiuti nell’ambiente. Saranno interessate dagli interventi di pulizia spiagge, parchi, fiumi, spazi pubblici in oltre trecento città con l’obiettivo di coinvolgere un ampio numero di persone, per far accrescere la responsabilità e la cultura del rispetto, verso un ambiente sempre più deturpato. L’inquinamento da plastica sta diventando tra i più pericolosi del pianeta, con il suo impatto su ambiente, animali e persone. Tanto che anche l’Onu ha inserito all’interno della giornata della Terra, la tematica “Planet vs Plastics“, spiegando come sia necessario, entro il 2040, ridurre del 60% l’utilizzo delle materie plastiche. Tra le migliaia di persone che parteciperanno all’evento, nel vibonese saranno presenti anche i volontari di Adesso Pizzo, associazione di promozione sociale del terzo settore, attiva dal 2022, che promuove iniziative di tutela e di diffusione della cultura del rispetto dell’ambiente quale bene collettivo, nei quartieri della città. Nel novembre scorso sono stati, inoltre, artefici del protocollo di intesa siglato tra il Comune di Pizzo e Plastic free, onlus della quale sono referenti per la circoscrizione napitina.

«I nostri, seppur interventi di pulizia con i quali rimuoviamo dal territorio e differenziamo centinaia di chili di rifiuti, non solo plastici, non si sostituiscono e non devono essere confusi con i servizi di ordinaria amministrazione», afferma la referente Carmen Giampá. «Sono interventi simbolici che puntano a sensibilizzare la popolazione e le istituzioni sul drammatico tema dell’inquinamento. Siamo molto soddisfatti, negli anni, della partecipazione di moltissimi cittadini, famiglie e associazioni locali che partecipano attivamente alle nostre iniziative. Anche questa volta rinnoviamo l’invito a chiunque voglia unirsi a noi, di qualsiasi età, nel segno della sostenibilità e della condivisione, per far capire l’importanza dell’educazione e della salvaguardia ambientale».

LEGGI ANCHE: “Fiumiinforma”: il dossier di Legambiente sull’inquinamento nei corsi d’acqua del Vibonese

Schiuma giallastra nel mare di Bivona, il sindaco Limardo: «È polline»

Giornata green nella Riserva del Mesima, il Wwf chiama a raccolta i volontari

top