giovedì,Luglio 25 2024

Contributi per la Green Communities, il Tar conferma l’esclusione del Comune di Filadelfia

Improcedibile il ricorso contro la Presidenza del Consiglio. Ammessi in graduatoria per la regione Calabria i centri di Serra San Bruno e Paterno Calabro

Contributi per la Green Communities, il Tar conferma l’esclusione del Comune di Filadelfia
Il Municipio di Filadelfia

Resta escluso il Comune di Filadelfia dai finanziamenti legati alle “Proposte di intervento finalizzate alla realizzazione di piani di sviluppo di Green Communities”, pensati per valorizzare i territori montani. Il Tar del Lazio ha infatti dichiarato improcedibile il ricorso del Comune di Filadelfia contro la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per gli Affari regionali – finalizzato ad ottenere l’annullamento del provvedimento di esclusione del Comune di Filadelfia dalla selezione e dalla graduatoria finale delle proposte di intervento ammesse al finanziamento. La graduatoria era stata approvata nel settembre del 2022 e per la Calabria venivano ammesse al finanziamento le domande presentate dai Comuni di Serra San Bruno e Gerace. Nelle more del giudizio, le domande ammesse della regione Calabria subivano però delle variazioni e la Presidenza del Consiglio depositava in giudizio la nuova graduatoria delle proposte ammesse a valutazione e di quelle ammesse a finanziamento. Per il Tar, quindi, il ricorso del Comune di Filadelfia va dichiarato improcedibile, “stante la mancata impugnativa della nuova graduatoria delle proposte ammesse a finanziamento per la Regione Calabria, in forza della quale la proposta presentata dal Comune di Gerace non figura più tra quelle ammesse al contributo mentre risultano ammesse al finanziamento le domande presentate dal Comune di Serra San Bruno e dal Comune di Paterno Calabro. La mancata impugnazione della nuova graduatoria, infatti, non può non determinare – sottolinea il Tar in sentenza – l’improcedibilità del ricorso, non potendosi domandare al giudice amministrativo alcuna tutela di tipo demolitorio nei confronti di un provvedimento, quale l’originaria graduatoria emessa che, poi, è stata sostituita da altri atti sopravvenuti”.  

LEGGI ANCHE: Commissione di accesso agli atti prorogata al Comune di Filadelfia

top