domenica,Luglio 21 2024

Tropea, nuovo intervento sul depuratore di Argani: prosegue l’attività della Regione avviata nel 2022

«Tutela dell'ambiente il benessere della comunità locale sono al centro delle azioni amministrative», hanno fatto sapere i commissari straordinari

Tropea, nuovo intervento sul depuratore di Argani: prosegue l’attività della Regione avviata nel 2022
Il depuratore di Argani
Il depuratore consortile

Il Comune di Tropea, nel solco delle attività avviate sul territorio nel 2022 e 2023 dal Dipartimento “Territorio e tutela dell’ambiente” della Regione Calabria, si appresta a dare corso ad ulteriori interventi urgenti di efficientamento del depuratore consortile di “Argani” e delle stazioni di sollevamento definite SD3 “Carabinieri” e SD3 bis “Esso”. Nel marzo del 2022, secondo alcune nostre fonti, proprio grazie ad alcuni controlli effettuati in loco dalla Guardia Costiera di Vibo Valentia, sarebbe emerso un «mancato smaltimento delle sabbie a carico dell’azienda» Cal Progetti di Vibo Valentia, per come stabilito dal contratto di appalto. In seguito, la stessa ditta avrebbe provveduto, a distanza di qualche mese, allo smaltimento di diverse tonnellate di sabbie residue. Tra giugno e luglio del 2022 poi, la ditta Ecopiana, su incarico ufficiale dalla Regione, ha ulteriormente smaltito circa 2200 metri cubi di fanghi e circa 20 tonnellate di sabbie.

L’area di processazione reflui

L’attività odierna, di fondamentale importanza per la tutela dell’ambiente e la salvaguardia dell’immagine turistica del Comune, è stata affidata alla ditta Cal Progetti di Vibo Valentia, che gestisce già la struttura da diverso tempo. L’importo complessivo dell’appalto ammonta a circa 112mila euro, con un ribasso del 4,6% offerto dalla ditta vibonese. L’attività che si andrà a svolgere nei prossimi giorni, migliorerà il sistema depurativo e fognario del Comune ed è finanziata da un contributo regionale di 120mila euro per la realizzazione di interventi di efficientamento e rifunzionalizzazione degli impianti di depurazione e delle stazioni di sollevamento dei reflui urbani. «Il Comune di Tropea – si legge nel documento – si impegna a seguire scrupolosamente le procedure e gli adempimenti previsti dalla legge per garantire la corretta realizzazione dell’opera, nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità e pubblicità. La tutela dell’ambiente e il benessere della comunità locale sono al centro delle azioni amministrative, che mirano a migliorare la qualità dei servizi pubblici e a preservare il territorio per le future generazioni». Inoltre, hanno fatto sapere da palazzo Sant’Anna, «si prevedono tempi rapidi – per l’ultimazione dei lavori – alfine di rispondere alle esigenze di efficienza del sistema depurativo del Comune di Tropea».

Leggi anche ⬇️
Leggi anche ⬇️

Articoli correlati

top