mercoledì,Maggio 12 2021

Maltempo, deliberato lo stato d’emergenza: 9 milioni per la Calabria tirrenica

Il Consiglio dei ministri si è determinato sugli eventi meteorologici dello scorso dicembre quando anche Pizzo, Vibo Marina, Briatico e Tropea subirono ingenti danni

Maltempo, deliberato lo stato d’emergenza: 9 milioni per la Calabria tirrenica
Il molo Pizzapundi spezzato dalla mareggiata

Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente GiuseppeConte, ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni dal 21 al 24 dicembre 2019 nel territorio della costa tirrenica delle province di Catanzaro, Cosenza, ReggioCalabria e ViboValentia, con uno stanziamento di 9.000.000 di euro a valere sul Fondo per le emergenze nazionali.

Ondata di maltempo, accompagnata da venti di burrasca e da mareggiate, che come si ricorderà causò ingenti danni sul litorale vibonese, colpendo in particolare le località di Pizzo (dove il caratteristico molo di “pizzapundi” venne spezzato in due dai marosi), Vibo Marina (ingenti danni si verificarono al Pennello), Briatico (con il porticciolo dei pescatori seriamente compromesso) e Tropea.

Il Governo ha inoltre deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio dei comuni di Lipari e di SantaMariaSalina dell’arcipelago delle isole Eolie, in provincia di Messina, a seguito delle forti mareggiate che si sono verificate nel mese di dicembre 2019, con uno stanziamento di 2.100.000 euro a valere sul Fondo per le emergenze nazionali.

top