Erosione costiera a Briatico, il sindaco Niglia rassicura: «Massima attenzione»

 Il primo cittadino annuncia interventi di mitigazione lungo il litorale da parte della Regione. A breve anche l’ispezione sul territorio del responsabile regionale della Protezione civile, Carlo Tansi

 Il primo cittadino annuncia interventi di mitigazione lungo il litorale da parte della Regione. A breve anche l’ispezione sul territorio del responsabile regionale della Protezione civile, Carlo Tansi

Informazione pubblicitaria
Briatico, Marina della Rocchetta
Informazione pubblicitaria

 «Il fenomeno dell’erosione della costa rientrante nel territorio briaticese è seguito in maniera costante e con la massima attenzione dall’Amministrazione comunale che, in stretto contatto con le istituzioni e gli enti preposti alla tutela ambientale, pianifica e attua propedeuticamente ogni intervento idoneo a preservare, nel migliore dei modi possibili, il litorale».

Informazione pubblicitaria

Con queste parole il sindaco di Briatico Andrea Niglia rassicura i cittadini in merito alle criticità evidenziate dai pescatori della Marina, nella giornata di ieri: «La preservazione dell’ambiente costiero, la qualità del mare e, quindi, il sostegno ad ogni attività culturale, economica e sociale legata alla promozione turistica del territorio – aggiunge il primo cittadino – sono e continueranno ad essere i capisaldi della compagine  amministrativa che guida il Comune».

L’occasione ha consentito di far presente un’ulteriore questione: «Il fenomeno dell’erosione costiera non può che essere trattato su larga scala e pertanto, è stato redatto dall’Autorità di Bacino della Regione Calabria un apposito masterplan che – precisa Niglia – prevede interventi di mitigazione lungo tutta la costa del Vibonese».

Un litorale di grande interesse turistico basti pensare che, da Pizzo, passando per Briatico e Tropea, si estende fino a Nicotera. «A Briatico, entrando nello specifico – aggiunge il sindaco – sono previsti interventi alla Marina e nella zona di Torre Rocchetta, nonché in località Sant’Irene, Brace 1 Cocca e Brace 2 che, tra l’altro, – continua – saranno ispezionate, nei prossimi giorni, in prima persona dal responsabile della Protezione civile regionale, Carlo Tansi».

Mareggiate a Briatico, i pescatori si rivolgono al prefetto

A giudizio dell’amministratore locale, c’è di più: «Nel nostro comune, solo pochi anni fa, al fine di contenere il fenomeno dell’erosione costiera, sono state realizzate in località Brace delle barriere soffolte. Perciò, analizzata sotto ogni aspetto la situazione attinente la nostra realtà territoriale – ha asserito il sindaco Niglia – è evidente che le azioni di difesa del nostro litorale, di pertinenza dell’Amministrazione comunale, sono debitamente attuate e che le autorità competenti visionano e monitorizzano costantemente la situazione».

Bollato come “inopportuno” e “pericoloso” «fomentare allarmismi nei cittadini e, in particolare, nei pescatori della marina della Rocchetta – pone in risalto Niglia – proponendo richieste contestualmente inattuabili (in quanto non vi è a Briatico nessuna delle condizioni previste a riguardo) come lo stato di calamità naturale».