domenica,Aprile 18 2021

Incendi nel Vibonese, Lo Bianco e Losiggio: «I Comuni vigilino su aree pubbliche e private»

Il coordinatore cittadino di Fd’I-An Vibo il coordinatore provinciale di Gioventù nazionale si appellano alle amministrazioni locali affinché irrigidiscano i controlli e assicurino decoro al verde

Incendi nel Vibonese, Lo Bianco e Losiggio: «I Comuni vigilino su aree pubbliche e private»

«Un problema più che mai attuale, sul quale bisogna necessariamente intervenire. Con l’arrivo della bella stagione ed il continuo aumento delle temperature, cresce il rischio incendi e la proliferazione di erbacce, con la conseguente e massiccia presenza di insetti ed animali, come topi e blatte, dannosi per la salute pubblica e che sono segno evidente di scarsa igiene. Proprio per questo, crediamo sia doveroso correre al più presto ai ripari, in quanto rinveniamo una stretta correlazione tra le alte temperature di questi giorni ed i vari incendi che impauriscono gran parte della popolazione».

A riferirlo in una nota sono Anthony Lo Bianco, coordinatore cittadino Fratelli d’Italia-An Vibo Valentia, e Rosario Losiggio coordinatore provinciale di Gioventù Nazionale.

«Chiediamo un aiuto a tutti i cittadini ed a tutti gli enti pubblici – scrivono i due esponenti politici -, affinché vengano eliminate erbacce e rifiuti nei terreni di rispettiva proprietà, considerando la presenza su buona parte del territorio di terreni incolti, in cui i proprietari non effettuano interventi di manutenzione da diverso tempo, con la conseguente crescita incontrollata di vegetazione spontanea».

Prevenzione degli incendi, a Sant’Onofrio obbligo tassativo di ripulire i terreni privati

Condizione che «comporta un aumento spontaneo di vegetazione e di sterpaglie che attraverso le elevate temperature estive, sono la causa principale di incendi. Per la sicurezza della popolazione, vorremmo un minimo di prevenzione nelle aree private, dove con l’ausilio delle amministrazioni pubbliche venga imposta la pulizia di terreni e fondi incolti per impedire lo sviluppo delle fiamme, multando chi non ha provveduto all’estirpazione».

Lo Bianco e Losiggio ammettono ancora: «ci aspettiamo un pugno di ferro da parte delle amministrazioni comunali, che debbono urgentemente eseguire controlli a tappeto attraverso l’ausilio della Polizia municipale, per verificare che i proprietari di aree verdi incolte, in città e fuori dai centri abitati, le tengano pulite e con l’erba bassa. Invece per le aree pubbliche, chiediamo un pronto intervento in quanto in molti comuni del Vibonese troviamo vegetazione molto alta, per via di un mancato intervento da parte delle amministrazioni».

Vibo in preda al degrado, l’ira dei cittadini trova sfogo sui social (VIDEO)

top