Insieme per Pasquale, Vibo si mobilita per il bimbo cardiopatico (VIDEO)

Il neonato e la sua famiglia hanno disperatamente bisogno di aiuto. Dopo il nostro servizio scatta la gara di solidarietà sui social. In programma una serie di eventi per raccogliere fondi

Il neonato e la sua famiglia hanno disperatamente bisogno di aiuto. Dopo il nostro servizio scatta la gara di solidarietà sui social. In programma una serie di eventi per raccogliere fondi

Informazione pubblicitaria
Giuseppe Rotondaro, padre del piccolo Pasquale
Informazione pubblicitaria

Se mi aiutate, io e la mia famiglia vi ringrazieremo con tutto il cuore”. Così parlava ieri Giuseppe Rotondaro. E la risposta dei calabresi non si è fatta attendere. La storia di questo giovane barista di Vibo Valentia il cui terzogenito, Pasquale Zaccaria Rotondaro, poco meno di un mese di vita, è affetto da una cardiopatia congenita, ha fatto il giro dei social. «La Confraternita del Rosario di Vibo Valentia ha deciso di devolvere le offerte della messa domenicale alla famiglia», si legge in un post firmato dal priore Francesco Colelli, a commento dell’articolo su Facebook. “Forza Peppe… Contribuirà anche la mia famiglia a darti un aiuto!!!”. C’è scritto in un altro commento. E ancora, decine e decine di  messaggi per chiedere come partecipare alla raccolta di fondi e a chi rivolgersi. Il gruppo “Sei di Vibo se…” pubblica l’Iban della mamma del piccolo Pasquale Zaccaria. “Sii forte che riusciremo a trovare la giusta soluzione” scrivono.

Informazione pubblicitaria

Al coro di solidarietà si unisce anche Mary Sorrentino. Lei che ha perso la sua Federica, morta a seguito di un black-out in sala operatoria, sa cosa vuol dire lottare per un figlio. Lei che con la sua Onlus si dice ponta ad organizzare una raccolta di fondi. Si è così aperta una vera e propria gara di solidarietà, alla quale il nostro network darà fattivamente il suo contributo. Nei prossimi giorni sarà organizzato un evento pubblico per dare una mano alla famiglia Rotondaro, travolta da un imprevisto che ha messo in crisi le sue già esigue finanze.

LEGGI ANCHE:

Vibo, l’appello di Giuseppe: «Mio figlio sta male, aiutateci» (VIDEO)