Droga, assolto con formula ampia sottufficiale della Capitaneria di Porto

La sentenza del Tribunale di Vibo ad otto anni di distanza dall’arresto avvenuto nel giugno del 2010

La sentenza del Tribunale di Vibo ad otto anni di distanza dall’arresto avvenuto nel giugno del 2010

Informazione pubblicitaria

Assolto per non aver commesso il fatto Alessandro Foresta, 41 anni, dall’accusa di detenzione illegale di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio. E’ quanto deciso dal Tribunale monocratico di Vibo Valentia, presieduto dal giudice Pia Sordetti, nel processo che vedeva imputato il 41enne vibonese, all’epoca dei fatti sottufficiale della Capitaneria di Porto di Vibo Marina. Foresta era stato fermato dai carabinieri nel giugno del 2010 mentre transitava a bordo della sua Fiat Punto. Attaccato con del nastro adesivo nella parte interna del paraurti posteriore dell’autovettura, i militari dell’Arma avevano trovato un involucro di cellophane con 17 dosi di cocaina. A distanza di otto anni dalla vicenda è quindi arrivata l’assoluzione con formula ampia.

Informazione pubblicitaria